TAORMINA (Messina) – Sarà una grande emozione, per tutti, partecipare al “GDShow – Una serata con le stelle”, l’evento promosso da Gds Media&Communication assieme al Gruppo editoriale Ses, con Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia, in programma questa sera, sabato 15 settembre, alle 21.30 al Teatro Antico di Taormina in occasione di una tappa significativa del progetto imprenditoriale della Società Editrice Sud: l’uscita in edicola con la rinnovata veste grafica dei due quotidiani, Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia, nel formato full color.
Uno spettacolo davvero speciale, un evento benefico di enorme richiamo, che registra già il pubblico delle grandi occasioni:
4300 i biglietti venduti, i cui proventi andranno interamente in beneficenza su volontà dell’organizzazione, grazie alla sensibilità degli artisti presenti e al supporto di alcune aziende, tra cui il main sponsor Nama, nuovo e importante brand italiano della profumeria e poi Caffè Monti, Mondialpol e Formula 3, che metterà a disposizione i veicoli usati per i trasferimenti degli artisti.
Il ricavato della serata verrà destinato a realtà solidali che operano sui territori di riferimento della società editoriale, la Sicilia e la Calabria, e dunque ripartito tra l’associazione di volontariato Madre Serafina Farolfi e il Centro Arcobaleno 3P, entrambi con sede a Palermo; la Mensa di S. Antonio di Messina e la Caritas regionale calabrese. I dettagli delle donazioni verranno resi noti nei prossimi giorni.
Davvero straordinario il cast della serata, condotta da Salvo La Rosa insieme con la splendida Chiara Esposito, già Miss
Sicilia e in questa stagione componente del quartetto di “professoresse” de L’Eredità su Rai Uno. Una parata di star per la prima volta riunite insieme nella impareggiabile cornice del millenario monumento greco-romano. Di fronte alla gremita platea si esibiranno infatti Il Volo, Red Canzian, Nino Frassica, Dolcenera, Nesli, Enrico Guarneri, Mario Venuti e I Soldi Spicci, mentre uno dei momenti clou sarà rappresentato dal premio alla carriera consegnato a Pippo Baudo, icona internazionale dello spettacolo, per i suoi 59 anni di grandi successi.
E un’unica vibrante emozione li accomuna tutti in vista della intensa serata, come emerge dalle interviste pubblicate in esclusiva su Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia e sulla pagina web dedicata all’evento su www.gazzettadelsud.it.

IL NUOVO LOOK: COLORE PIENO E UN’IMPAGINAZIONE CHE AGEVOLA LA LETTURA

Da oggi, dunque, i quotidiani Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia sono in edicola con una nuova veste grafica, entrambi in full color. Una tappa strategica del percorso di sviluppo imprenditoriale intrapreso dalla Società editrice sud (Ses) che, dopo aver riunito nei mesi scorsi in un’unica compagine societaria le storiche testate siciliane acquisendo la quota di controllo del Giornale di Sicilia Editoriale Poligrafica Spa, offre adesso due prodotti editoriali rinnovati.
L’impaginazione, spiega il gruppo editoriale, è stata ripensata con l’intento di agevolare la lettura e renderla ancora più piacevole, offrendo al contempo nuovi spunti giornalistici e tipografici.
Il rinnovamento grafico riguarda testata, leggibilità colore. Un “regalo” che la Ses, guidata dal presidente Giovanni Morgante, offre ai lettori per incentivare il gradimento, specie verso i più giovani. I giornali che, come qualcuno “di famiglia”, entrano ogni mattina nelle case dei lettori nel solco della tradizione del quotidiano palermitano, fondato nel 1860 da Girolamo Ardizzone e dall’imprenditore Uberto Bonino, che nel 1952 a Messina diede vita alla Gazzetta del Sud, per poi per diventare leader dell’informazione in Calabria.
Un gruppo editoriale articolato, che copre oggi buona parte del Mezzogiorno con una informazione completa e multimediale: i quotidiani Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia, le televisioni Tgs e Rtp, le radio Rgs e Antenna dello Stretto e i siti web. E da oggi il sito www.gazzettadelsud.it ha una rinnovata immagine, con un potenziamento dei contenuti e della velocità di consultazione. La pubblicità locale è gestita dalla Gds Media & Communication, quella nazionale dalla Rcs MediaGroup, mentre il 51% della Ses Spa farà sempre capo alla Fondazione Bonino Pulejo di Messina, che svolge le sue attività non profit in Sicilia e Calabria. (ansa)

Comments are closed.