Cantore della Roma calcio, era lo storico conduttore de “La Signora in giallorosso”

Morto il giornalista Massimo Ruggeri, 69 anni

Massimo Ruggeri

ROMA – Un grave lutto ha colpito il giornalismo sportivo romano. È morto stanotte, stroncato da un infarto, il giornalista Massimo Ruggeri, 69 anni, storico conduttore del programma “La Signora in giallorosso” trasmesso da Teleroma 56. Ha lavorato incessantemente sino a qualche giorno fa, fermato solamente dall’emergenza Coronavirus che ha imposto lo stop al campionato di calcio di serie A.
L’A.S. Roma lo omaggia con un una foto e una frase, “Un Signore in Giallorosso”, che riassume tutto il suo amore per la squadra che ha amato e seguito per tutta la vita. Per oltre vent’anni, Massimo ha, infatti, tenuto un filo diretto con la Roma animando le giornate dei tifosi e degli appassionati di calcio della Capitale.
Un vero signore, nella professione e nella vita, che con lo stile proprio dei grandi giornalisti che non cedono alla tentazione di far prevalere le ragioni del tifo, ha raccontato le gesta della squadra del cuore con competenza, sobrietà e, soprattutto, con l’ironia necessaria per ricordare che il calcio è uno sport, non una guerra.
Nato a Roma il 9 settembre 1950, era giornalista pubblicista iscritto all’Ordine del Lazio dal 6 dicembre 1989. Ha cominciato con la radio e con la carta stampata – per anni è stato collaboratore del quotidiano Il Tempo – prima di dedicarsi anima e corpo alla televisione. Sempre disponibile con i colleghi, è stato anche consigliere regionale dell’Ussi, il gruppo di specializzazione dei giornalisti sportivi di Stampa Romana.
Lascia la moglie Caterina ed i figli Anna Giulia e Umberto. Alla famiglia ed ai colleghi di Teleroma 56 il commosso abbraccio della Redazione di Giornalisti Italia. (giornalistitalia.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *