Postate su Facebook in un gruppo su temi di migrazioni e populismi. Non è la prima volta

Minacce di morte al giornalista Giuseppe Ragogna

Giuseppe Ragogna e il post con le minacce su Facebook

PORDENONE – Minacce di morte, postate su Facebook, al giornalista Giuseppe Ragogna, già vicedirettore del Messaggero Veneto, ora opinionista del settimanale Il Friuli.
«Giuseppe Ragogna, sai quanti di noi sparerebbero volentieri alla tua misera persona e a tutti quelli che come te sono affetti irrimediabilmente da disturbi mentali», è il testo del commento apparso sotto il post di Ragogna condiviso da un gruppo social, su temi di migrazioni e populismi.
Il giornalista ha presentato querela nella sede della polizia postale di Pordenone anche perché non è la prima volta che riceve attacchi attraverso i social network: in passato ha già presentato altre due querele per atti diffamatori e minacce.
«Negli ultimi due anni – spiega Ragogna sul sito internet de Il Friuli – sono stato bersaglio di questo tipo di commenti in più di un’occasione per il mio impegno di volontario nell’aiutare gli immigrati che si trovano in Friuli. E avevo già presentato due querele per azioni di diffamazione nei miei confronti, avvenute su un profilo Facebook individuale e su un altro di gruppo, in questo caso con il concorso di altri utenti. Adesso il nuovo messaggio minaccioso, intimidatorio e offensivo, questa volta con toni ancora più aggressivi».
Da tempo, infatti, Ragogna si occupa di volontariato scrivendo storie di emarginazione, povertà e migrazioni. (giornalistitalia.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *