Nevith Condes Jaramillo, 42 anni, era già stato minacciato per le sue denunce

Messico: giornalista ucciso a coltellate

Nevith Condes Jaramillo (foto El Observatorio del Sur)

TOLUCA (Messico) – Il corpo senza vita di un giornalista, Nevith Condes Jaramillo, 42 anni, è stato scoperto, con diverse coltellate, nella giornata di ieri, sabato 24 agosto, nel comune di Tejuplico, nel Messico Centrale: una delle località più violente per la presenza di numerosi gruppi criminali. Lo hanno reso noto le autorità.
Condes Jaramillo era direttore del portale di informazione El Observatorio del Sur a Tejupilco, che ogni giorno denuncia fatti di cronaca, spesso violenti, e collaborava anche con una radio locale. Condes aveva ricevuto minacce di morte sia nel novembre 2018 che nel giugno di quest’anno a causa delle sue inchieste sul governo locale. Sul suo assassinio è stata aperta un’inchiesta.
«Perdiamo un grande uomo, un grande amico, un grande compagno», scrivono i colleghi de El Observatorio del Sur.
Reporter Senza Frontiere, nel denunciare l’omicidio di Condes Jaramillo, sottolinea che si tratta del nono giornalista assassinato in Messico dall’inizio dell’anno. Centinaia i reporter uccisi dal 2000 nel Paese, che resta tra i più pericolosi per gli operatori dell’informazione. (giornalistitalia.it)

 

I commenti sono chiusi