Prende il posto di Silvano Esposito che rimane come consulente editoriale

Manuela Colmelet neo direttore del Biellese

Silvano Esposito e Manuela Colmelet (foto Giornalisti Italia)

BIELLA – Cambio della guarda al giornale bisettimanale “il Biellese”. Silvano Esposito lascia la poltrona di direttore a Manuela Colmelet. Si chiude un vero e proprio capitolo di storia. Silvano Esposito ha trascorso una vita in quella redazione. Era entrato nel 1982 come collaboratore esterno per essere poi assunto a tempo piano e raggiungere infine la direzione. Che ha mantenuto per dieci anni: quelli migliori della sua giovinezza e della sua maturità.
Dunque ne ha viste di tutti i colori compresi i cambiamenti epocali che hanno segnato la storia nel giornale passato dal piombo alla stampa offsett fino all’ultima generazione tecnologica fatta di carta e di siti Internet.
«Lascio – commenta Esposito – una redazione propositiva, efficiente e ancora entusiasta. Di questi tempi, nel campo dell’editoria, non è certo un fatto scontato. A giornalisti più esperti (che arrivano da una stagione gloriosa) si affiancano giovani professionisti molto promettenti e capaci, in grado di raccogliere le nuove sfide. Le frontiere del futuro sono il multimediale, ma non è possibile dimenticare il cartaceo che, con le dovute trasformazioni, rappresenterà sempre una parte importante del nostro prodotto».
Esposito resta comunque a disposizione della società come “consulente editoriale”. La sua capacità resta, insomma, al servizio del Biellese.
Avanti con le nuove generazioni. Adesso, il giornale, lo dirige e lo firma Manuela Colmelet, pure lei “prodotto” del vivaio della redazione. È stata scelta per la spiccata lungimiranza nell’individuare i temi cruciali dell’informazione,
Pure lei, giovanissima, è entrata in redazione per le prime collaborazioni. Era il 1985 e la qualifica della sua prima busta paga riportava: “collaboratrice esterna”.
Manuela ha camminato spedita e ha vissuto l’evolversi del bisettimanale. Ha condiviso le iniziative del giornale, impegnandosi per superare i momenti di difficoltà e assecondando lo sviluppo dell’informazione della provincia. Dieci anni fa, per qualche settimana, aveva anche già firmato il giornale con un incarico “ad interim”.
Adesso è direttore senza riserve e lo è in una testata superprestigiosa. “il Biellese” ha compiuto 130 anni di vita. Era stato fondato nel 1882 da don Giovanni Perino con l’obiettivo di “servire con amore la verità e rispettare la dignità umana”.
Il giornale si è imposto rapidamente in provincia e ancora oggi la fa da padrone nel territorio.
Non è facile prendere in mano la direzione di una testata con queste storia e farlo di questi tempi, segnati da profondi cambiamenti. I nuovi media digitali hanno spesso mutato il modo di accedere alle informazioni. Manuela Colmelet è abituata alla sfide e più sono complicate, più la affascinano.
In passato, è stata responsabile provinciale della Subalpina, consigliere e delegata ai congressi. I progetti per il futuro sono indicati nell’editoriale di saluto ai lettori: «Continueremo – ha scritto il nuovo direttore Colmelet – a parlare all’intelligenza e al cuore. Lo faremo dalle pagine del giornale e lo faremo sulla rete dal nostro sito ilbiellese.it. Promuoveremo sempre il dibattito e la pluralità delle idee, ma proponendo fermamente i valori in cui crediamo, la nostra visione del mondo, le nostre speranze. Lo faremo insieme a tutti voi che – speriamo sempre più numerosi e con affetto – continuerete con noi questa meravigliosa avventura». (giornalistitalia.it)

I commenti sono chiusi