Sigfrido Ranucci: “Giornalisti e democrazia imbavagliati da querele e citazioni per danni”

L’informazione non è una vetrina della politica

Sigfrido Ranucci

ROMA – «Non ho mai ricevuto tante querele, tante richieste di risarcimento danni, tante denunce ed esposti all’Agcom e al garante della privacy come in questo periodo. La politica e chi garantisce il sistema vorrebbero che l’informazione fosse la vetrina della politica, ma io credo debba essere la finestra sul potere e sulla politica». Lo afferma Sigfrido Ranucci, conduttore del programma televisivo di inchieste giornalistiche in onda dal 28 novembre 2016 su Rai 3.
«Devono esserci – sottolinea Ranucci – condizioni più idonee per svolgere il nostro ruolo di media. Finché c’è un sistema che consente di non pagare nulla a chi fa esposti o denunce ai giornalisti, io credo che la democrazia avrà un bavaglio per sempre». Report andrà in onda domani, lunedì 19 aprile, alle ore 21.20 su Rai 3. (giornalistitalia.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *