Anche il segretario generale della Cgil il 1 ottobre omaggerà il Monumento italiano

Libertà di stampa: Susanna Camusso a Conselice

ConseliceCONSELICE (Ravenna) – Sarà il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, l’oratore ufficiale alla tradizionale cerimonia del cambio della bandiera all’unico monumento alla libertà di stampa esistente in Italia ed uno dei due eretti in tutta Europa. Infatti, la bandiera italiana che viene issata ogni anno, proprio il primo di ottobre, sopra il monumento, per il 2014 è offerta dalla più importante organizzazione sindacale del nostro Paese (ogni anno è un’organizzazione diversa che si fa carico di garantire la presenza della bandiera nazionale sul monumento).
Dunque, mercoledì 1 ottobre, alle ore 10, nella Piazza della Libertà di stampa, nel piccolo Comune del Ravennate, si svolgerà una manifestazione nel corso della quale, oltre al segretario della Cgil, interverranno il Sindaco, Paola Pula; Thomas Casadei, consigliere della Regione Emilia-Romagna; Loris Mazzetti, giornalista, dirigente e regista Rai, che interverrà a nome dell’Associazione nazionale Partigiani d’Italia (Anpi); Giovanni Rossi, presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana (Fnsi). 
Ai loro discorsi seguirà la cerimonia dell’alzabandiera e, come sempre, gli inni ed i cori degli alunni dell’Istituto Scolastico Comprensivo locale.
La giornata si concluderà nel Teatro Comunale di Conselice dove, alle ore 20.30, avrà luogo un incontro con Sergio Zavoli, romagnolo, scrittore, giornalista e senatore della Repubblica, che, proprio su quelle zone, realizzò, tanti anni fa, documentari dedicati alla lotta di Liberazione.
A conclusione uno spettacolo del gruppo “Briacabanda” a memoria di Ines Bedeschi, martire partigiana, che verrà ricordata nel centenario della sua nascita.
L’iniziativa è organizzata dal Comune di Conselice (RA), dalla Regione Emilia-Romagna, dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, dalla Fnsi, dall’Ordine regionale dei giornalisti, dall’Istituto scolastico comprensivo e, naturalmente, dall’Associazione stampa dell’Emilia-Romagna (Aser).
E proprio del presidente dell’Aser in carica otto anni fa, quando si decise di dar vita al Monumento, si parlerà nel corso della cerimonia: infatti, l’occasione sarà colta per commemorare Camillo Galba, membro della Giunta esecutiva della nostra Federazione, improvvisamente scomparso negli ultimi giorni di agosto.

I commenti sono chiusi