In memoria della giornalista uccisa a Malta 20mila euro al giornalismo di valore nell’Ue

L’Europa lancia il Premio Daphne Caruana Galizia

BRUXELLES (Belgio) – Il Parlamento europeo lancia il premio per il giornalismo intitolato a Daphne Caruana Galizia in occasione del terzo anniversario dell’omicidio della giornalista investigativa maltese. Ad essere premiati saranno i giornalisti che si sono distinti per il rispetto dei valori e dei principi dell’Unione Europea.
Scopo del premio: dare risalto a un giornalismo d’eccellenza che rifletta i valori e i principi dell’Unione Europea, come sancito dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea.
«Il Premio Daphne Caruana Galizia – ha affermato Heidi Hautala, vicepresidente del Parlamento europeo, nel presentare, stamane a Bruxelles, il Premio alla “presenza” del figlio di Daphne, Andrew, in collegamento dalla Europe House di Malta – riconoscerà il ruolo fondamentale che ricoprono i giornalisti nel preservare le nostre democrazie e servirà ai cittadini per ricordare l’importanza della libertà di stampa. Questo premio è concepito per sostenere i giornalisti nel lavoro che svolgono, di vitale importanza e spesso pericoloso, e per dimostrare che il Parlamento europeo sostiene i giornalisti d’inchiesta».
Anche se il Premio è stato voluto ed è supportato dal Parlamento, sarà gestito da un soggetto terzo, allo scopo di proteggere l’indipendenza del riconoscimento e il lavoro dei giornalisti.
Il Parlamento Europeo inizierà presto la procedura volta a selezionare un’organizzazione indipendente che stabilisca i criteri dell’assegnazione del Premio e che decida la composizione della giuria. L’individuazione di questa organizzazione avverrà tramite una gara pubblica che sarà lanciata entro la fine del 2020.
Le candidature al premio potranno essere presentate a partire dal 3 maggio 2021, Giornata mondiale della libertà di stampa. Il premio annuale, il cui valore ammonta a 20.000 euro, sarà assegnato a partire da ottobre 2021 a giornalisti o a team di giornalisti che operano nell’UE. I candidati e gli eventuali vincitori verranno selezionati da una giuria indipendente.
La cerimonia di premiazione si terrà tutti gli anni, nei giorni vicini all’anniversario della morte di Daphne Caruana Galizia. (giornalistitalia.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *