Mons. Vincenzo Zoccoli, Maria Francesca Corigliano, Enzo Cosentino, Sergio Abramo, Giuseppe Soluri e Rosario Stanizzi

CATANZARO – “Raccontare ogni giorno la Calabria nelle sue molteplici sfaccettature, quelle positive e quelle negative, lavorando con l’amore per la verità e per la dignità dell’informazione”. È questo l’obiettivo che si pone il quotidiano online “La Nuova Calabria”, presentato questa mattina a Catanzaro.
Il nuovo progetto editoriale, che partirà ufficialmente lunedì prossimo, 8 luglio, e sarà consultabile al sito www.lanuovacalabria.it, avrà come direttore editoriale Stefania Papaleo e come direttore responsabile Enzo Cosentino, che guiderà una redazione dal respiro regionale e un sito che si propone di caratterizzarsi per la sua impostazione innovativa, con particolare attenzione alle notizie di politica, economia, turismo, arte, sport e cultura a livello territoriale.
“Con noi la notizia diventa giornalismo”, è lo slogan de “La Nuova Calabria”, come ha spiegato il direttore Cosentino: “Il nostro sogno è quello di trasporre sul web un giornale cartaceo, nel senso che il nostro è un giornale online ma è anzitutto un giornale, e come tale intende rispettare tutte le regole del settore, a partire – ha spiegato il direttore – da quella di offrire un’informazione corretta, veritiera, fuori dalle righe e che non fa sconti a nessuno, nemmeno a noi stessi. Ma vogliamo offrire soprattutto un’informazione nuova, perché possiamo incidere solo se noi stessi diventiamo nuovi”.
Ampio spazio sarà dato all’attualità ma anche agli approfondimenti e alle inchieste, ha garantito Cosentino spiegando che una delle prime battaglie che “La Nuova Calabria” intende intraprendere riguarderà il tema del regionalismo differenziato e dei rischi che questo può comportare per territori come la Calabria.
Alla presentazione del nuovo progetto editoriale, alla quale hanno partecipato anche i giornalisti che compongono ola squadra de “La Nuova Calabria” e molti colleghi di altre testate calabresi, hanno portato il loro contributo il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri, e il vicesegretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, Rosario Stanizzi, che ha portato i saluti del segretario generale aggiunto della Fnsi, Carlo Parisi.
“In una regione particolarmente complicata come la Calabria, soprattutto sul terreno dell’editoria ne dell’informazione, è importante – ha detto Soluri – la nascita di un’iniziativa editoriale che allarga la dialettica e il pluralismo. Sono certo che ‘La Nuova Calabria’ farà un lavoro serio, coraggioso e libero inseguendo la verità e – ha rilevato Soluri – garantendo il rispetto della dignità delle persone”.
A sua volta, Stanizzi ha salutato “con orgoglio e soddisfazione la nascita de ‘La Nuova Calabria’, al quale, ha detto, “va il nostro plauso per aver applicato ai giornalisti il contratto Fnsi-Uspi: il sindacato è sempre a disposizione per le testate pronte a difendere e rispettare la dignità delle persone, a partire da quella dei giornalisti. A questo progetto – ha aggiunto Stanizzi – va poi il nostro auspicio di raccontare un Calabria nuova riprendendo lo spirito vero del giornalismo, quello di raccontare i fatti stando sul campo e senza approssimazione”.
Al varo de “La Nuova Calabria”, al quale hanno assistito vari rappresentanti delle istituzioni tra cui il procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, sono intervenuti anche il sindaco e presidente della Provincia di Catanzaro, Sergio Abramo, l’assessore regionale alla Cultura, Maria Francesca Corigliano, e, in rappresentanza del presidente della Conferenza episcopale calabra, l’arcivescovo di Catanzaro-Squillace Vincenzo Bertolone, monsignor Vincenzo Zoccoli, dell’Istituto sostentamento clero.
Abramo ha rimarcato “l’apporto di questo nuovo giornale per l’arricchimento culturale per la città e per la Calabria”, mentre Corigliano ha sottolineato “l’importanza di una iniziativa che può aiutare a raccontare anche le potenzialità e le positività della Calabria e quindi a cambiare una narrazione della nostra terra ancora troppo legata a stereotipi”. infine, monsignor Zoccoli ha auspicato che “i giornalisti de ‘La Nuova Calabria’ possano svolgere il loro lavoro a testa alta, liberi e forti”. (agi)

Una risposta a “La Nuova Calabria “per fare giornalismo””

  1. Gregorio Corigliano dice:

    Lodevole iniziativa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *