La freelance era in aeroporto, arrivata dall’Italia. Ancora sconosciute le cause

La giornalista Francesca Borri fermata al Cairo

Francesca Borri

IL CAIRO (Egitto) – La giornalista italiana freelance Francesca Borri è stata fermata dalle autorità egiziane all’aeroporto del Cairo, dove era arrivata dall’Italia. Non si hanno ancora notizie sulle cause del fermo. Fonti diplomatiche riferiscono all’Ansa che l’ambasciata d’Italia al Cairo sta seguendo il caso della giornalista con la massima attenzione.
Il console si è recato immediatamente in aeroporto per prestare ogni assistenza necessaria e, al momento, e si trova nella stessa stanza con la giornalista.
Francesca Borri, 39 anni, barese, da anni racconta alcuni dei conflitti nei Paesi più difficili e “caldi”, dalla Palestina alla Siria e all’Iraq, passando per le Maldive, dove, con un reportage che poi è diventato un libro (“Ma quale paradiso? – Tra i jihadisti delle Maldive”, Einaudi Editore), ha svelato cosa c’è dietro questo paradiso naturale.
Con la sua intervista al leader di Hamas, Yahya Sinwar, “Per aver consentito, di fatto, il ‘cessate il fuoco’ a Gaza”, pubblicata contemporaneamente il 5 ottobre 2018 dal quotidiano “La Repubblica” e dal quotidiano israeliano Yedioth Ahronoth, è entrata nella rosa dei finalisti del Premio “European Press Prize”. (giornalistitalia.it)

LEGGI ANCHE: Francesca Borri giornalista per la pace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *