Sergio Lepri, classe 1919, direttore dell’Ansa dal 1961 al 1990

ROMA – Lo sappiamo tutti: scrivere facile è più faticoso che scrivere difficile; e nessuno pensa, oltretutto, che un linguaggio giornalistico che si faccia capire deve per ciò stesso significare l’adozione di un lessico di base, rigorosamente privo di quei neologismi e tecnicismi, nazionali e anche stranieri, che il processo di mutazione della lingua propone ogni giorno.
[…] Il manierismo è dunque il permanente pericolo così del messaggio pubblicitario come del messaggio giornalistico; è il primo pericolo, più grave ancora essendo il secondo: l’oscurità.

Sergio Lepri

dal saggio “Scrivere bene e farsi capire”

Comments are closed.