Il cronista francese stava realizzando un documentario sulla gente ferita negli scontri

Kashmir: arrestato il giornalista Paul Edward Comiti

KashmirNEW DELHI (India) – Un giornalista televisivo francese, Paul Edward Comiti, è stato arrestato dalla polizia indiana a Srinagar, capitale dello Stato di Jammu & Kashmir, per violazione del regolamento sui visti dato che, disponendo di un visto di tipo business stava però realizzando un documentario sugli abitanti feriti nelle manifestazioni con fucili a pallini delle forze di sicurezza. Lo riferisce il portale Kashmir Watch.
Un portavoce della polizia ha precisato che il giornalista è stato arrestato ieri sera nel quartiere di Khotibagh mentre, per preparare il suo documentario, stava incontrando separatisti e intervistando persone ferite dai pallini utilizzati ampiamente dagli agenti in Kashmir per disperdere le manifestazioni.
L’ambasciata francese a New Delhi, si è infine appreso, è stata informata dell’accaduto.

Tre morti negli scontri
Tre militanti sono morti in uno scontro a fuoco con le forze di sicurezza indiane nel distretto settentrionale di Handwara nello Stato di Jammu & Kashmir, sotto amministrazione di New Delhi. Lo riferisce il quotidiano Kashmir Reader.
Nella sua pagina online il giornale cita un ufficiale della polizia locale, S.P. Vaid, secondo cui i tre militanti uccisi erano stranieri, apparentemente pachistani.
La stessa fonte ha precisato che l’operazione è stata condotta da un gruppo misto di agenti della polizia del Kashmir e di paramilitari della Forza centrale della riserva di polizia (Crpf). (ats)

I commenti sono chiusi