Stefano Rodotà: “Il documento sarà pronto il 13”. Poi diventerà legge?

Internet: ad ottobre la Carta sui diritti e i doveri

Stefano Rodotà

Stefano Rodotà

ROMA – Sarà pronto entro il 13 ottobre il documento sui diritti e i doveri in internet che sta elaborando la Commissione di studio per la redazione di principi e linee guida in tema di garanzie per l’uso di internet composta da 10 deputati e 13 esperti. Lo ha reso noto il coordinatore della commissione, Stefano Rodotà, al termine della riunione che si è svolta oggi a Montecitorio.
“Abbiamo fatto un importante passo avanti – ha dichiarato l’ex garante della privacy -: entro il 29 settembre saranno presentati gli emendamenti alla bozza che stiamo esaminando, l’8 di ottobre avrà luogo la discussione sulla nuova bozza e il 13 e 14 sarà presentata durante la riunione di tutti i Paesi europei”.
Stefano Rodotà ha spiegato che lo scopo della carta che la commissione sta elaborando è “quello di scrivere i diritti propri di internet, quelli fondamentali dei cittadini nella tutela della loro sfera privata in un ambiente pubblico; salvaguardare internet come luogo della democrazia partecipata e il suo rapporto con la libertà economica”.
Alla domanda dei cronisti sui destinatari del documento, Rodotà ha risposto che non necessariamente il testo servirà a produrre una legge del Parlamento, anche se potrà servire per il lavoro parlamentare: “La mia ipotesi è che questo documento possa contribuire a un dibattito internazionale”, ha dichiarato.
Uno dei membri della commissione, il deputato del M5S Diego De Lorenzi, ha precisato che spetterà alla componente parlamentare l’eventuale iniziativa legislativa.
Dopo la messa a punto della bozza della Carta dei diritti e dei doveri di internet si procederà, infine, a una consultazione on line, aperta a tutti i cittadini, per produrre un testo finale. (TmNews)

I commenti sono chiusi