Domani la nuova home page, contenuti gratuiti e l’evento digitale “Reshape the web”

Il Sole 24 Ore: il sito cambia copertina

La sede del quotidiano Il Sole 24 Ore a Milano

MILANO – Dopo aver lanciato il 16 marzo il nuovo formato e i nuovi contenuti del quotidiano insieme alla nuova app, Il Sole24 Ore presenterà domani, venerdì 30 aprile, in occasione della Giornata del web libero, la nuova home page del sito Ilsole24ore.com.
IlSole24ore.com vuole celebrare questa data con tre iniziative editoriali: per la prima volta, tutti i contenuti di 24+ saranno disponibili gratuitamente a tutti gli utenti per l’intera giornata. Uno speciale open day che coincide, non a caso, con l’anniversario della “liberazione del web” (il 30 aprile 1993 il Cern di Ginevra decise di mettere a disposizione di tutti il codice sorgente alla base del protocollo del World Wide Web, ideato da Tim Berners-Lee per favorire la condivisione delle informazioni di università e istituti di ricerca) e che diventa l’occasione per aprire le porte dell’offerta premium del sito e farla conoscere anche ai non abbonati.
Dal 1° maggio i contenuti di 24+ torneranno ad essere accessibili solo in abbonamento e sarà possibile abbonarsi con la nuova offerta 1 mese a 1 euro.
Proprio al futuro del digitale è dedicata la tavola rotonda che si terrà online su www.ilsole24ore.com e sui canali Facebook e Linkedin del Sole 24 Ore domani, venerdì 30 aprile, alle ore 17, dal titolo “Reshape the web”.

Il direttore del Sole24Ore Fabio Tamburini

Interverranno nel dibattito con la redazione: Paolo Gentiloni, Commissario UE all’Economia, Roberto Viola, direttore generale di Dg Connect presso la Commissione Europea, e Maria Chiara Carrozza, neo presidente del Cnr; a seguire Luciano Floridi, professore ordinario di Filosofia ed Etica dell’informazione presso l’Oxford Internet Institute, Ferruccio Resta, rettore del Politecnico di Milano, Nicola Lanzetta, responsabile Mercato Italia Enel, Federico Marchetti, fondatore e chairman di Yoox Net-A-Porter Group, Pietro Marchionni, coordinatore dell’infrastruttura europea per la blockchain, Arsenio Siani, Cto Finanza.tech, Rita Cucchiara, direttore del Laboratorio Nazionale di Artificial Intelligence and Intelligent Systems del Cini, Marco Trombetti co-founder Pi Campus e co-founder e Ceo Translated, Brett King, futurologo e fondatore di Moven, startup di mobile banking a New York.
All’evoluzione digitale sarà dedicato anche uno Speciale Dossier digitale, con una serie di contenuti che toccheranno diversi temi, tra cui “Ricostruire la rete: dalla net neutrality all’accesso alla superfibra e al 5G per tutti” a cura di Luca De Biase; “La virtual reality entra in azienda, dalla formazione alla produzione” di Luca Tremolada; “Dalle criptovalute agli Nft, la disintermediazione pensa in grande” di Pierangelo Soldavini.
E, ancora, contributi sull’era dell’Edge computing, sulle nuove regole sull’intelligenza artificiale decise dall’Europa; sul futuro dell’economia digitale per le imprese oltre l’e-commerce. E poi un focus particolare dedicato all’evoluzione del giornalismo tra intelligenza artificiale e machine learning.
«Dopo aver varato a marzo un quotidiano più immediato e leggibile, presentiamo ora una nuova home del sito per offrire una navigazione più veloce e intuitiva e una riorganizzazione dei contenuti che valorizza le sinergie delle diverse redazioni che fanno del Gruppo 24 Ore un riferimento imprescindibile nel panorama dell’informazione italiana», commenta Fabio Tamburini, direttore del Sole 24 Ore, di Radio 24, dell’agenzia di stampa Radiocor e delle testate specializzate del Gruppo.
«La nuova home page – fa notare il vicedirettore del Sole, con delega allo sviluppo digitale, Roberto Bernabé – è un passaggio del processo di innovazione continua del Sole 24 Ore che ha l’obiettivo di creare un sistema circolare della nostra informazione che risponda sempre meglio ai nuovi modi di fruizione dei lettori. Un’informazione che si rivolge a pubblici diversi – per età, professione, interessi – ma con la stessa stella polare: la profondità e la qualità muovendo dal prisma dell’economia». (giornalistitalia.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *