Morto a Catania a 67 anni, entrò al Giornale di Sicilia con un concorso. Oggi i funerali

Giuseppe Mazzone, addio a un giornalista vero

Giuseppe Mazzone

CATANIA – Saranno celebrati oggi, sabato 29 agosto, a Catania, i funerali del giornalista Giuseppe Mazzone, morto ieri a 67 anni per una brutta malattia. Nato Vizzini, in provincia di Catania, il 31 agosto 1952, laureato in lettere e filosofia, era giornalista professionista iscritto all’Ordine di Sicilia dal 3 giugno 1982 grazie ad una borsa di studio, al Giornale di Sicilia, che era riuscito ad ottenere vincendo un concorso bandito dalla Regione Siciliana per garantire opportunità lavorative ai giornalisti nelle aziende editoriali dell’isola.

Giuseppe Mazzone

Vinto il concorso il 1° luglio 1980, Giuseppe Mazzone, grazie alla sua bravura, fu assunto dal Giornale di Sicilia e, dopo l’esperienza nella redazione centrale di Palermo, destinato a dirigere quelle di Messina e Catania. È stato anche direttore della Gazzetta di Siracusa, dell’emittente televisiva Sestarete e di Blog Sicilia.
Un giornalista senza peli sulla lingua, che dietro un carattere burbero, nascondeva un cuore d’oro, sempre pronto ad aiutare e formare i giovani colleghi secondo i principi del giornalismo vero, onesto, nel pieno rispetto dei lettori e dei telespettatori. Un uomo d’altri tempi, stimato per la sua serietà e la sua coerenza. Ha scritto anche due libri: “Via dei destini sparsi” e “L’ultima notte prima della fine del mondo”.
I funerali di Giuseppe Mazzone saranno celebrati a Catania oggi, alle 15.30, nella Chiesa del Cuore Immacolato di Maria, in viale Vittorio Veneto. (giornalistitalia.it)

I commenti sono chiusi