Rivolto a pubblicisti, professionisti, praticanti e allievi delle Scuole. 1200 euro al vincitore

Giornalisti: torna il Premio “Finanza per il sociale”

ROMA – Al via la quinta edizione del premio “Finanza per il sociale”, dedicato ai giovani giornalisti e praticanti, per sostenere il loro impegno nel raccontare l’importanza della cultura finanziaria per il Paese.
L’iniziativa è lanciata con l’avvio del “Mese dell’educazione finanziaria” da Abi (Associazione Bancaria Italiana), Feduf (Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio, nata su iniziativa della stessa Abi), e Fiaba (Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche). Promossa nell’ambito della XVII edizione del Fiabaday – Giornata nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche, rientra nell’ambito dell’impegno pluriennale del mondo bancario sui temi dell’inclusione finanziaria e sociale, anche attraverso lo strumento dell’educazione finanziaria e al risparmio.
L’iniziativa è patrocinata dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti. La quinta edizione è indetta con la collaborazione – in qualità di partner – del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, del Museo del Risparmio (MdR) e del CeRP–Fondazione Collegio Carlo Alberto.
Rinnovato e rafforzato nella proposta, il Premio è destinato a giornalisti professionisti, pubblicisti, praticanti e allievi delle Scuole di giornalismo o Master riconosciuti dall’Ordine dei giornalisti, di età inferiore ai 35 anni (compresi).
Il premio promosso da Abi, Feduf e Fiaba punta a coinvolgere e a valorizzare l’impegno dei giovani giornalisti a cogliere le sfide del giornalismo economico, in un periodo storico in cui l’adeguata informazione e formazione finanziaria costituiscono un autentico servizio per lo sviluppo di competenze imprescindibili. Al vincitore andrà un premio di 1200 euro.

Tema del premio

Sarà premiato il migliore articolo o servizio radiotelevisivo che abbia trattato il tema: “Storie di inclusione: come l’educazione finanziaria, anche grazie alle innovazioni, supporta i cittadini nelle scelte economiche”. L’elaborato dovrà, pertanto, evidenziare come l’uso delle tecnologie e i nuovi approcci didattici a servizio dell’educazione finanziaria e al risparmio possano aiutare a promuovere l’inclusione sociale e l’autonomia delle persone, anche delle fasce più vulnerabili della popolazione.

Modalità di partecipazione

La partecipazione al Premio è gratuita. Ogni concorrente potrà partecipare singolarmente o in gruppo con un solo articolo/servizio, che sia pubblicato o trasmesso nel periodo compreso tra il 1° marzo 2019 e il 1° marzo 2020.
L’elaborato in concorso dovrà essere spedito entro il 6 marzo 2020 per e-mail, indicando come oggetto la dicitura “Premio Finanza per il Sociale V Edizione” a ufficiostampa@fiaba.org o per posta all’indirizzo Fiaba – Premio Giornalistico “Finanza per il Sociale”, Piazzale degli Archivi, n. 41, 00144 Roma.
In caso di spedizione a mezzo posta farà fede la data del timbro postale. Gli elaborati dovranno comunque pervenire entro e non oltre il 13 marzo 2020.
Informazioni e strumenti utili per sviluppare gli elaborati, e maggiori informazioni riguardanti le modalità di partecipazione, potranno essere reperiti consultando il bando di concorso con relativo regolamento sul sito internet www.fiaba.org.
Ogni ulteriore informazione potrà essere richiesta agli indirizzi e-mail ufficiostampa@fiaba.org salastampa@abi.it e stampa@feduf.it. (giornalistitalia.it)

I commenti sono chiusi