Contratto a tempo pieno e indeterminato al Comune di Vicenza. Iscrizione on line

Giornalisti: concorso per 2 addetti stampa

Palazzo Trizzino, sede del Comune di Vicenza

VICENZA – Concorso pubblico, per soli esami, per 2 posti di istruttore amministrativo con funzioni di addetto stampa, a tempo pieno ed indeterminato, nel Comune di Vicenza guidato dal sindaco Francesco Rucco (centrodestra).
Tra i requisiti richiesti: diploma di scuola media superiore ed iscrizione all’Ordine dei giornalisti (elenco professionisti o pubblicisti) da almeno 3 anni.

Francesco Rucco

Il trattamento economico lordo è il seguente: retribuzione tabellare annua lorda di € 20.344,07 della categoria giuridica C del comparto 
Funzioni Locali per 12 mensilità; assegno per il nucleo familiare se ed in quanto spettante; tredicesima mensilità; trattamento economico accessorio regolato dal vigente C.C.N.L. del Comparto Funzioni Locali 
del 21 maggio 2018.
Come spiegato nell’allegato bando, la procedura di iscrizione alla selezione (entro giovedì 2 gennaio 2020) è esclusivamente on line, ma prima di procedere all’accreditamento al Portale ed alla compilazione della domanda di partecipazione, allegando i documenti richiesti, è necessario effettuare il versamento della tassa di concorso fissata in euro 7,75.
Il concorso prevede una prova scritta teorico-pratica (massimo 30 punti) e una prova orale (massimo 30 punti). In presenza di un numero di domande superiore a 50 l’Amministrazione comunale di Vicenza si riserva la possibilità di procedere ad una preselezione che consisterà in un test con domande a risposta multipla sulle materie del programma d’esame e/o prove psico–attitudinali.

Vicenza, la Loggia del Capitaniato

Prevista la riserva del 50% dei posti a favore del personale interno già dipendente a tempo indeterminato 
del Comune di Vicenza, in possesso dei titoli di studio richiesti per l’accesso dall’esterno (ai sensi dell’art. 52, comma 1 bis, del D.Lgs 165/2001 e dell’art. 24 del D.Lgs. 150/2009).
Il diritto alla riserva per il personale interno viene fatto valere solo per i candidati risultati idonei ed inseriti nella graduatoria finale di merito, esclusivamente per il numero di posti messi a concorso e non per eventuali successivi scorrimenti di graduatoria.
I posti riservati ai dipendenti interni che non venissero ricoperti, saranno comunque conferiti ad altri candidati classificatisi secondo l’ordine della graduatoria generale di merito. (giornalistitalia.it)

PARTECIPA ANCHE TU:
Il bando
Per iscriversi on line

I commenti sono chiusi