La morte di Mohsen Jafarirad e le potenti droghe che verrebbero somministrate in Iran

Giornalista suicida dopo la libertà: aveva 36 anni

Mohsen Jafarirad

KARAJ (Iran) – Il giornalista Mohsen Jafarirad, 36 anni, reporter, critico cinematografico e documentarista, si è suicidato dopo essere stato scarcerato in Iran. La notizia, riportata dalla Bbc persiana, è stata rilanciata da un collega del giornalista, Hoshang Golmakani, sui social: «Suicidio dopo la libertà. Il nostro collega si è suicidato domenica prendendo delle pillole. Qualche settimana fa, durante i disordini a Karaj, Moshen è stato arrestato mentre tornava a casa. Poi è stato rilasciato».
La Bbc ricorda che non è il primo caso di suicidio dopo la scarcerazione dalle carceri iraniane, tanto che in molti parlano di morti sospette. Secondo il canale televisivo Iran International, c’è il sospetto che i detenuti «ricevano potenti droghe che potrebbero causare tendenze suicide una volta che smettono di usarle». (giornalistitalia.it)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *