Con un’inchiesta ha messo in luce i legami tra centrodestra sloveno e neonazisti

La giornalista Anuska Delic rischia il carcere

Anuska Delic

Anuska Delic

ROMA – Una giornalista slovena che rischia la prigione per aver pubblicato informazioni che hanno svelato i legami tra un gruppo neonazista e il principale partito d’opposizione, deve essere sciolta da tutte le accuse. L’hanno chiesto l’Associazione giornalisti slovena e quella europea.
Anuska Delic, una cronista del quotidiano di sinistra Delo, rischia fino a tre anni di prigione se un processo a cui sarà sottoposta, che inizierà domani, avrà come esito una condanna.
Delic è stata denunciata per la pubblicazione nel 2011 di una serie di articoli, basati su indiscrezioni, che mostrerebbero come i servizi sloveni Sova erano consapevoli dei legami tra l’opposizione di centrodestra del Partito democratico sloveno con il gruppo neonazista Sangue e Onore.
La giornalista difende gli artcoli, affermando che si trattava di un tema di pubblico interesse e giudica motivate politicamente le accuse nei suoi confronti. (Afp/Asca)

I commenti sono chiusi