Calci e pugni la notte di Ferragosto perché filmava lo sgombero anti-Covid della spiaggia

Giornalista pestata a Palermo: 3 misure cautelari

La spiaggia di Punta Barcarello a Palermo (Foto Palermo Totay)

PALERMO – Dopo l’aggressione a una giornalista la notte di Ferragosto a Palermo i carabinieri, oggi, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal tribunale di Palermo, su richiesta della Procura, nei confronti di tre persone.
Si tratta di G.M. 58 anni e C.L.M. 40 anni, entrambi palermitani, ai quali i giudici destinatari dell’obbligo di dimora e presentazione alla polizia giudiziaria, il primo ritenuto responsabile di resistenza a pubblico ufficiale, il secondo di tentato furto con strappo aggravato, ed infine di O.D.L. 54 anni palermitana, per la quale è stato disposto obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, poiché ritenuta responsabile di violenza o minaccia a pubblico ufficiale.
La giornalista era stata picchiata mentre stava filmando lo sgombero di una tendopoli a Barcarello. Durante le operazioni, la giovane freelance, presente insieme ad una sua amica, era stata aggredita da un gruppo di persone. I militari erano, quindi, intervenuti in difesa delle due donne e solo a quel punto gli aggressori si erano allontanati.
Lo scorso 17 agosto i militari per l’aggressione avevano denunciato 10 persone, tra cui un minorenne, ritenuti responsabili a vario titolo di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, rifiuto di indicazione sulla propria identità personale; di questi dieci due sono accusati anche di lesioni personali aggravate nei confronti delle due donne. (ansa)

LEGGI ANCHE:
Giornalista pestata a Palermo, 10 denunciati
Giornalista pestata dai bagnanti a Palermo

 

I commenti sono chiusi