India: il 12 novembre assassinato Parag Bhuyan, domenica aggredito Milan Mahanta

Giornalista legato e picchiato senza pietà

Milan Mahanta

NEW DELHI (India) – The Editors Guild of India (Egi), il corrispettivo indiano dell’Ordine dei giornalisti, ha scritto al governatore dello Stato dell’Assam, Sarbananda Sonowal, manifestando forte preoccupazione per il susseguirsi di violenze nei confronti dei giornalisti.
Domenica scorsa Milan Mahanta, reporter dei quotidiani Asomiya Pratidin e Dainik Asom, è stato aggredito nella sua città, Mirza; sette uomini lo hanno legato a un palo dell’elettricità e picchiato senza pietà. La settimana precedente, Mahata aveva firmato una serie di articoli di denuncia su un giro di scommesse illegali.

Parag Bhuyan

Il 12 di novembre, Parag Bhuyan, che lavorava per il canale televisivo locale Pratidin Time, è morto in ospedale, dopo essere stato travolto da un camion. La rete Pratidin ha denunciato un assassinio: Bhuyan aveva ricevuto minacce di morte per avere denunciato corruzione e illegalità nel distretto di Tinsukia.
Dal 1991 in Assam hanno perso la vita 32 giornalisti. «Troppi di questi casi non hanno ottenuto giustizia», conclude la lettera dell’Egi, che chiede al governo dello Stato «un intervento incisivo per garantire ai giornalisti di continuare a fare il loro lavoro, senza timore di criminali che continuano ad agire nell’impunità». (ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *