Ad urne ancora aperte Commissione Elettorale chiamata a fare subito chiarezza

Elezioni Casagit: elenco degli elettori “flessibile”

ROMA – Elenco degli elettori “flessibile” in diverse circoscrizioni italiane, a votazione in corso, per l’elezione dei rappresentanti dei soci all’Assemblea nazionale della Mutua Casagit Salute. Sono sempre più numerosi, infatti, i candidati che ci segnalano “incongruenze” tra l’elenco degli elettori fornito ai candidati e il numero degli elettori reso noto quotidianamente dalla Casagit nei report sull’affluenza alle urne.
Alcuni elettori giornalisti, invece, pur avendo ricevuto la password ed essendo regolarmente iscritti nella circoscrizione di appartenenza, aprendo la schermata della cosiddetta “cabina elettorale”, si sono ritrovati la scheda di un’altra regione o, addirittura, quella del Fondo dei dipendenti degli organismi di categoria.
Al netto del fisiologico calo che potrebbe verificarsi in caso di decesso, non si comprende infatti come sia possibile l’ampliamento dell’elenco degli elettori considerato che nella schermata di accesso alla cabina elettorale sia chiaramente scritto che «Gli aventi diritto al voto, a norma di Statuto, sono tutti gli iscritti che al 31/12/2020 risultavano: soci titolari, con un’anzianità di iscrizione di almeno 24 mesi, con stato anagrafico attivo (non sospeso, recesso o decaduto), in regola con il versamento dei contributi o che hanno regolarizzato entro il 10/03/2021)».
Eppure il Regolamento elettorale di Casagit Salute non ammette eccezioni. All’articolo 3 “Formazione degli elenchi elettorali”, è chiaramente scritto che «Per l’assegnazione di un Socio alla circoscrizione di appartenenza fa fede l’iscrizione agli albi o al registro dei praticanti tenuto dal Consiglio Regionale dell’Ordine dei Giornalisti territorialmente competente.
In caso di trasferimento ad altra circoscrizione il Socio deve comunicare, mediante raccomandata o mezzo equivalente, la variazione entro i 15 giorni successivi alla scadenza del periodo di pubblicità dell’elenco elettorale. I Soci che non comunicheranno la variazione di circoscrizione nei tempi previsti dovranno esercitare il diritto di voto nella circoscrizione indicata nell’elenco elettorale».
Nell’ultimo comma dello stesso articolo è, infatti, scritto che «Per la formazione degli elenchi elettorali saranno rilevanti tutte le variazioni anagrafiche rilevate con documentazione protocollata dalla direzione generale della Mutua entro il 10 marzo dell’anno in cui si svolgono le elezioni».

L’ingresso della sede centrale della Casagit, al numero 61 di via Marocco a Roma (Foto Giornalisti Italia)

Nello “Speciale Elezioni” presente sul sito Casagit si legge, d’altronde, che «Per la formazione degli elenchi saranno rilevanti le variazioni anagrafiche pervenute alla Direzione generale con documentazione protocollata o all’indirizzo presidenza@pec.casagit.it entro il 10 marzo 2021. Il contenuto degli elenchi elettorali è quindi la risultante: di quanto definito dal Regolamento elettorale; della regolarizzazione di eventuali morosità entro e non oltre il 10 marzo 2021; degli aggiornamenti anagrafici pervenuti presso la Direzione generale fino al 10 marzo 2021».
E sempre sul sito Casagit viene sottolineato che «Gli elenchi elettorali devono essere pubblicati sul sito istituzionale della Mutua entro il 1° aprile 2021 per la durata di 15 giorni. Per il 2021 gli elenchi saranno disponibili dal 24 marzo. Le eventuali segnalazioni da parte dei Soci, concernenti la composizione degli elenchi (es. informazioni errate in elenco, contestazioni circa il diritto di voto o sul diritto all’eleggibilità), devono pervenire alla Direzione generale della Mutua entro 15 giorni dal termine del periodo di pubblicità, quindi entro il 22 aprile 2021».
Come se non bastasse che «In caso di trasferimento ad altra circoscrizione il Socio deve comunicare, mediante raccomandata o all’indirizzo presidenza@pec.casagit.it, la variazione entro i 15 giorni successivi alla scadenza del periodo di pubblicità dell’elenco elettorale – 22 aprile 2021. I Soci che non comunicheranno la variazione nei tempi previsti dovranno esercitare il diritto di voto nella circoscrizione indicata nell’elenco elettorale».
Dunque, com’è possibile che il 7 giugno, ovvero tre mesi dopo la scadenza del termine, l’affissione degli elenchi, la scadenza dei termini per eventuali variazioni, ma soprattutto a votazione in corso, l’elenco degli elettori continui a cambiare, in particolare a crescere, in alcune regioni e a registrare trasferimenti d’ufficio?
Domande che non possiamo far altro che girare alla Commissione Elettorale, che certamente saprà  fare chiarezza nel rispetto dello Statuto e del regolamento di Casagit Salute. (giornalistitalia.it)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *