Gli Stati generali dell’informazione e dell’editoria che si sono aperti oggi a Roma

ROMA – Come annunciato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, gli Stati generali dell’informazione e dell’editoria per l’elaborazione dei disegni di legge per il settore, che saranno presentati a settembre, si articoleranno in un percorso in cinque fasi e cinque aree tematiche.
FASE 1: ACQUISIZIONE DELLE PROPOSTE
Da aprile ed entro il termine di 30 giorni si potranno presentare idee e proposte compilando un modulo all’interno del sito del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria. Le proposte saranno rese pubbliche.
FASE 2: INCONTRI PUBBLICI SPECIFICI CON OGNI CATEGORIA
A maggio si terrà una serie di incontri e momenti assembleari specifici con ogni categoria coinvolta nella riforma. Gli incontri consentiranno di focalizzare al meglio le proposte.
FASE 3: DIBATTITO SULLE PROPOSTE
A giugno si terrà un secondo dibattito pubblico, incentrato sulle proposte emerse in fase di raccolta e riepilogate dal Dipartimento. Si svolgerà in due giornate a Torino.
FASE 4: SINTESI E VALUTAZIONE POLITICA
Il Dipartimento dell’editoria farà una sintesi delle proposte, introducendo la variabile della valutazione politica del governo. A luglio si terrà il terzo e conclusivo incontro pubblico, nel quale sarà presentato il lavoro di sintesi e avviata la raccolta di feedback sui documenti conclusivi.
FASE 5: PROPOSTE DI LEGGE DEFINITIVE
Il Dipartimento elaborerà le proposte di legge definitive da sottoporre al governo, che saranno presentate a settembre.

AREE TEMATICHE

AREA 1: INFORMAZIONE PRIMARIA
Proposte di riforma del sistema dell’informazione primaria e il ruolo delle agenzie.
AREA 2: GIORNALISTI E ALTRI OPERATORI
Libertà e indipendenza del giornalista; contratti e compensi; sistema pensionistico; ruolo dell’Ordine dei giornalisti e suo eventuale superamento; deontologia; inquadramento nel sistema editoriale dei “nuovi” lavoratori, come social media manager e blogger.
AREA 3: EDITORIA
Sostegno al pluralismo; assetto proprietario e prospettive del ruolo di editore puro; diritto d’autore; distribuzione; stampa, tipografie e poligrafici; rete di vendita.
AREA 4: MERCATO
Innovazione; concorrenza; trasparenza; semplificazione; raccolta pubblicitaria; libri, e-book, audiolibri/altri formati, manualistica, tecnica.
AREA 5: CITTADINI
Diritto ad essere (correttamente) informati; sostegno alla domanda; interazione, coinvolgimento ed integrazione.

Comments are closed.