Il termine slitta al 30 settembre, ma chi è a rimborso si affretti. Un servizio della Casagit

Dichiarazione dei redditi: quando presentarla

ROMA – L’emergenza sanitaria modifica anche il calendario fiscale. Il Governo ha, infatti, posticipato l’inizio della “stagione fiscale 2020” facendo slittare al 30 settembre il termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi.
Attiva dal 5 maggio la visualizzazione della dichiarazione 730 precompilata all’interno dell’area personale del sito dell’Agenzia delle Entrate, da giovedì 14 maggio sarà possibile inviarla o modificarla. L’invio sarà dunque consentito, senza incorrere in alcuna sanzione, entro il 30 settembre.
Non cambia, invece, la tempistica dei conguagli da accreditare sullo stipendio o la pensione nel mese utile successivo alla dichiarazione. Anche chi è a debito subirà il prelievo sulla mensilità successiva alla dichiarazione. In buona sostanza, con un modello 730/2020 a credito, presentando subito la dichiarazione dei redditi l’accredito potrebbe avvenire tra giugno e luglio. Presentandolo invece a settembre verrà accreditato a fine anno. Con un modello 730/2020 a debito, in mancanza di risorse, si potrà attendere l’ultimo giorno utile per inviarlo, ovvero il 30 settembre.
L’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione di circa 30 milioni di contribuenti la dichiarazione dei redditi precompilata 2020. Per usufruire del servizio è necessario entrare nel sito dell’Agenzia delle Entrate tramite il servizio Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale), che consente di utilizzare con un’identità digitale unica tutti i servizi on line della pubblica amministrazione e dei privati accreditati, oppure nelle altre modalità previste: credenziali Fisconline (se si è in possesso di Pin e Password forniti dall’Agenzia delle Entrate); tutore/genitore/rrede in caso di minore, tutelato o per conto della persona deceduta; dispositivo Inps (se si è in possesso del Pin “dispositivo” dell’Inps).
A partire da giovedì 14 maggio è possibile: accettare, modificare e inviare direttamente la dichiarazione 730 precompilata all’Agenzia delle Entrate tramite l’applicazione web;  utilizzare la compilazione assistita per gli oneri detraibili e deducibili da indicare nel quadro E; modificare il modello Redditi precompilato.
Tra le novità, c’è anche quella che agevola chi, a decorrere dal 30 aprile 2019, riporta in Italia la residenza trasferita all’estero: il lavoro dipendente (e assimilati) concorre al reddito complessivo nella misura del 30% che, addirittura, è ridotto al 10% per i residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. (giornalistitalia.it)

Sul sito web Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate propone una serie di risorse utili on line:
– le informazioni generali sulla dichiarazione precompilata
– un approfondimento su che cos’è e a chi interessa
– i passi da seguire
– le principali novità introdotte quest’anno
– le faq sui rimborsi per le spese sanitarie: tra le varie domande e risposte, sono disponibili i criteri utilizzati – su indicazione dell’Agenzia delle Entrate stessa – per l’invio dei dati inseriti nella dichiarazione precompilata; approfondimenti sulle spese sanitarie già rimborsate, sui contributi comunicati e sull’allineamento tra spese sanitarie e relativi rimborsi. (giornalistitalia.it)
ACCEDI AL SITO

Sul sito web Casagit (per gli iscritti al Profilo 1)

Per i Soci iscritti al Profilo 1 di Casagit Salute, nell’Area Riservata ai Soci è stata inserita la documentazione utile per compilare la propria dichiarazione dei redditi.
Selezionando sul menù di sinistra la voce “Riepilogo Rimborsi” (evidenziata in arancione), quindi il 730 precompilato (previsto solo per contrattualizzati, pensionati Inpgi e dipendenti di organismi di categoria) è possibile visualizzare sia il dato sintetico che il dettaglio, in formato pdf ed excel.
Naturalmente, per accedere all’Area Riservata Soci sono necessarie le credenziali, che servono anche per comunicare con Casagit in modo sicuro e scaricare, appunto, i documenti necessari per la compilazione della dichiarazione dei redditi.
Chi non fosse in possesso della password necessaria per entrare nell’Area Riservata Soci, può seguire il percorso elettronico guidato e ricevere tempestivamente il codice di accesso.
Ulteriori informazioni su detraibilità delle spese mediche, deducibilità dei contributi versati e documentazione da presentare al Caf o al proprio commercialista sono disponibili sul sito della Casagit. (giornalistitalia.it)
ACCEDI AL SITO

 

 

 

I commenti sono chiusi