Succede a Paolo Ermini, al timone del quotidiano allegato al Corsera dalla fondazione

Corriere Fiorentino: il direttore è Roberto De Ponti

Roberto De Ponti

MILANO – Roberto De Ponti è il nuovo direttore del Corriere Fiorentino. Lo ha nominato il Consiglio di Amministrazione di Rcs Edizioni Locali. De Ponti, informa Rcs, firmerà il giornale dal numero in edicola il 4 agosto 2020. Il nuovo direttore succede a Paolo Ermini, che ha guidato il quotidiano allegato al Corriere della Sera, fin dalla fondazione, per più di 12 anni.
Il Consiglio di amministrazione di Rcs Edizioni Locali, nel dare la notizia, “ha ringraziato Paolo Ermini per il prezioso lavoro svolto alla direzione di Corriere Fiorentino fin dalla nascita della testata, oltre dodici anni fa” e ha rivolto “gli auguri di buon lavoro a Roberto De Ponti, che assume, dopo ventun anni di lavoro al Corriere della Sera, la direzione della testata in un momento storico complesso e sfidante, non solo per l’editoria, segnato da grandi cambiamenti e veloci trasformazioni in ambito digitale”.

CHI È ROBERTO DE PONTI

Nato a Milano il 29 maggio 1962, giornalista professionista iscritto all’Ordine della Lombardia dal 24 marzo 1992, il nuovo direttore del Corriere Fiorentino, Roberto De Ponti, nel 1999 entra nella redazione dello sport del Corriere della Sera, dove compie la carriera interna fino alla nomina a vice capo redattore 15 anni fa.
In precedenza ha collaborato con Il Cittadino di Monza, Il Giornale, L’Indipendente e partecipato all’ideazione e al lancio di “Cose di Casa”.
Firma nota nel mondo del basket e dello sport in generale, ha scritto le biografie di Valentino Rossi e Dino Zoff. È, inoltre, autore dei libri “Una vita da guerriero”, scritto con il calciatore Marco Materazzi, edito da Mondadori nel 2007, e “Queen – Opera omnia”, un successo da oltre 10.000 copie edito da Giunti Editore nel 2019, frutto della grande passione del giornalista per il mondo del rock. (giornalistitalia.it)

Gli auguri dell’Assostampa Toscana

«Sinceri auguri di buon lavoro» a De Ponti vengono espressi dal presidente Sandro Bennucci e tutti gli organismi dirigenti dell’Associazione Stampa Toscana sottolineando che, «nel rigoroso rispetto dei ruoli, il sindacato dei giornalisti della Toscana, si dichiara a disposizione del nuovo direttore per collaborare alla tutela professionale e sindacale dei colleghi del Corriere Fiorentino».
L’Ast si stringe anche «in un abbraccio affettuoso al collega Paolo Ermini, fondatore e direttore per 12 anni del quotidiano allegato al Corriere della Sera. Ermini, che ha mantenuto l’iscrizione al sindacato anche da condirettore del Corriere della Sera eppoi da direttore del Corriere Fiorentino, è stato uno dei protagonisti della scena editoriale nella quale lascia un segno di indiscutibile prestigio». (giornalistitalia.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *