Nominato presidente su designazione del ministro del lavoro Nunzia Catalfo

Collegio Sindacale Inpgi: fuori Branca, torna Reboani

Vito Branca e Paolo Reboani

ROMA – Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, ha designato il dott. Paolo Reboani quale nuovo presidente del Collegio sindacale dell’Inpgi, l’Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani. Sostituisce il professor Vito Branca che, tre anni fa, aveva preso il suo posto dopo la nomina a dirigente generale del Ministero del Lavoro con compiti di analisi, studio e consulenza.
Per Reboani, economista del lavoro con una lunga esperienza nazionale ed internazionale, é quindi un ritorno all’Inpgi.
Romano, 55 anni, Paolo Reboani si è laureato in economia e commercio alla “Sapienza” di Roma e specializzato in relazioni industriali alla London School of Economics. Ha svolto attività didattica presso le stesse università, oltre che alla Luiss. Come ricercatore ha, poi, collaborato con numerosi istituti, tra cui l’Isae e l’Istat, e organismi europei.
Dal 2010 al 2016 è stato presidente e amministratore delegato di Italia Lavoro. Tra il 1997 e il 2011 è stato, a più riprese, responsabile della segreteria tecnica e consigliere economico-internazionale del Ministro del Lavoro pro-tempore. Precedentemente ha rivestito il ruolo di consigliere economico del Ministero degli Affari Esteri e della Presidenza del Consiglio. Ha ricoperto importanti incarichi internazionali tra cui quello di vice presidente del Comitato Occupazione europeo a Bruxelles.
Tra gli incarichi ricoperti da Reboani, quello di consigliere del Cnel dal 2005 e di presidente del Collegio Sindacale Inpgi (nominato nel dicembre 2016 presidente del Collegio Sindacale dal ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, in sostituzione della dimissionaria prof. Livia Salvini).

Nunzia Catalfo

Il dottor Reboani é stato anche componente del Nucleo di monitoraggio per il Piano di azione nazionale per l’occupazione e della Commissione per la verifica del Protocollo del 23 luglio 1993. Al ministero del Lavoro, inoltre, si è occupato di politiche dello sviluppo, politica dei redditi e relazioni industriali, del processo di integrazione comunitaria, di questioni internazionali (con l’incarico, tra l’altro, di preparare le riunioni G7 e G8 e i comitati Ocse).
Ha collaborato con la Fondazione Economia dell’Università di Tor Vergata e con think thank internazionali (Chatham House, Policy Network). È autore di numerosi saggi sul mercato del lavoro e il welfare, tra i quali “La società attiva. Manifesto per nuove sicurezze”, scritto nel 2004 con Maurizio Sacconi e Michele Tiraboschi. Inoltre, è stato membro del comitato di redazione di numerose riviste, come “Diritto delle relazioni industriali” e “Il diritto del mercato del lavoro”.
Al dott. Reboani le più vive congratulazioni dalla Redazione di Giornalisti Italia. (giornalistitalia.it)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *