L’organizzazione umanitaria offre un contratto di lavoro di 18 mesi  

Cesvi assume 1 praticante giornalista

BERGAMO – Cesvi, l’organizzazione umanitaria laica e indipendente che opera in tutti i continenti per affrontare ogni tipo di emergenza e ricostruire la società civile dopo guerre e calamità, cerca un giornalista pubblicista da assumere per 18 mesi con il contratto di praticante. Fondata nel 1985 a Bergamo, dove ha la sede centrale, interviene con progetti di lotta alla povertà nel credo che il riconoscimento dei diritti umani contribuisca al benessere di tutti sul pianeta, casa comune da preservare.
Il praticante lavorerà a Milano (con possibilità di spostamenti su Bergamo) all’interno dell’area Fundraising, Communication and Campaigning, nello specifico all’interno del Team Communication incaricato di promuovere il brand dell’organizzazione e di gestire campagne di comunicazione, sensibilizzazione, educazione e advocacy finanziate da donatori pubblici e privati.
L’ufficio stampa agisce da “interfaccia” tra l’organizzazione e il mondo dei media come principale stakeholder, ma indirettamente “parla” attraverso gli organi di stampa a tutta l’opinione pubblica che può rappresentare i potenziali o attuali donatori (individui, aziende, istituzioni, eccetera). In tal modo svolge una funzione di comunicazione fondamentale per far acquisire all’organizzazione visibilità su campagne e progetti, nonché reputazione presso l’opinione pubblica.
L’attività inizierà a settembre 2019 ed è finalizzata all’avvio del praticantato giornalistico per sostenere l’esame di idoneità professionale per l’iscrizione nell’elenco dei giornalisti professionisti (ai sensi della legge 3 febbraio 1963, n. 69 e successive modificazioni).
Tra i requisiti richiesti nel bando: laurea magistrale in discipline umanistiche, iscrizione nell’elenco pubblicisti dell’Ordine dei giornalisti; comprovata esperienza (almeno 2 anni) nella gestione di attività di ufficio stampa, media relation e scrittura; ottime capacità relazionali e predisposizione alle relazioni interpersonali; buona conoscenza della lingua inglese, sia scritta che parlata; interesse per la cooperazione internazionale. (giornalistitalia.it)

PARTECIPA ANCHE TU:
Il bando
Il form per la domanda

 

 

 

I commenti sono chiusi