Proposta di legge regionale: Carlo Parisi (Fnsi): “Calabria ancora apripista in Italia”

Fondo di solidarietà per i giornalisti minacciati

Da sinistra: Michele Albanese, Carlo Parisi, Sebi Romeo e Giuseppe Soluri

CATANZARO – È stata presentata, nella sede delle Regione Calabria a Catanzaro, la proposta di legge “Fondo di solidarietà per i giornalisti vittime di intimidazioni” a firma di Sebi Romeo, capogruppo Pd al Consiglio regionale

leggi...
Alejandro Marquez Jiménez vittima di una domenica di sangue: uccise 19 persone

Messico violento: assassinato un altro giornalista

Alejandro Marquez Jiménez (foto Twitter)

CITTA’ DEL MESSICO (Messico) – Domenica di violenza, ieri, in Messico dove, in soli sei Stati dell’Unione, sono state assassinate 19 persone, fra cui un giornalista, il primo dall’insediamento, sabato, del nuovo presidente

leggi...
Il giornalista sta lavorando al caso dei lavoratori in nero nella ditta del padre di Di Maio

Minacce di morte alla “Iena” Filippo Roma

Filippo Roma

ROMA – Minacce di morte per Filippo Roma. «Se ti incontro per strada ti ammazzo», avrebbero detto al giornalista de “Le Iene” che, insieme a Marco Occhipinti, sta indagando sul caso dei lavoratori in nero impiegati nella ditta

leggi...
Il giornalista, volto popolare della tv nel programma di Milly Carlucci, aveva 77 anni

Addio a Sandro Mayer, da Gente a Ballando

Sandro Mayer

ROMA – Sandro Mayer, uno dei giurati di “Ballando con le Stelle” e direttore di alcune testate dell’editore Cairo, è morto nella notte al Fatebenefratelli di Roma. Mayer, come scrive il Corriere della Sera, aveva 77 anni.

leggi...
Il 4 dicembre a Montecitorio un incontro per il centenario del primo statuto Asp

Un secolo di Stampa parlamentare

Montecitorio

ROMA – Dopo anni di ventagli ma anche di duelli, di tensioni con la politica e di convivenza nei palazzi istituzionali, alla fine del 1918 i giornalisti parlamentari diedero vita al primo statuto che li riconosceva in forma associativa.

leggi...
“Attenzione all’insidia delle insidie: la sistematica violazione delle norme costituzionali”

Non c’è libertà senza dignità e busta paga

Romano Bartoloni, presidente del Sindacato cronisti romani

ROMA – Con moniti e appelli il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha sostenuto a spada tratta la causa dell’art. 21 della Costituzione sulla libertà di espressione, e la Fnsi, reagendo ad attacchi in serie anche da parte del governo, ne ha riprodotto e rilanciato una frase emblematica: «L’incondizionata libertà di stampa costituisce elemento portante e fondamentale della democrazia e non può essere oggetto di insidie volte a fiaccarne la piena autonomia e a ridurre il ruolo del giornalismo».
Ma l’insidia delle insidie era e resta la sistematica violazione delle norme costituzionali, comunitarie, legislative e contrattuali a tutela della dignità del lavoro giornalistico, della qualità professionale, delle garanzie dell’autonomia, norme lese da inadeguate retribuzioni e calpestate da forme di precariato diffuse a stragrande maggioranza nelle redazioni dei mass

leggi...
Il corrispondente dell’Eco di Biella fotografava lo sgombero dell’area a Cossato

Giornalista aggredito nella Valle degli orti

La “Valle degli orti”, a Cossato, in cui è avvenuta l’aggressione (Eco di Biella)

BIELLA – Brutta aggressione al corrispondente di Cossato dell’“Eco di Biella” da parte di uno dei proprietari del terreno che ospita la “Valle degli orti” – l’area che si trova tra via Trieste e via Matteotti, a Cossato, nel biellese,

leggi...
Testini, Tagliente, Simeone e Tamborrino incastrarono il giornalista per poi ricattarlo

Caso Marrazzo, condannati 4 carabinieri

Piero Marrazzo

ROMA – Condanne per quasi 30 anni per i quattro carabinieri al processo sul presunto ricatto a luci rosse contro il giornalista ed ex Governatore del Lazio Piero Marrazzo, avvenuto nel luglio del 2009. Il Tribunale di Roma

leggi...
2 anni e mezzo a Mevlut Yuksel: “Non pensavo fosse reato diffondere dei nomi”

Rivela i nomi degli studenti, carcere al giornalista

Mevlut Yuksel

ISTANBUL (Turchia) – Il redattore capo del quotidiano Tkvim, Mevlut Yuksel, è stato condannato a 2 anni e 6 mesi di carcere per aver rivelato i nomi degli studenti arrestati a febbraio 2017 in seguito all’intervento della polizia

leggi...
Il ministro turco svela i file audio: “È stato ucciso in 7 minuti, un omicidio premeditato”

Khashoggi, “musica mentre smembrano il corpo”

Jamal Khashoggi

ANKARA (Turchia) – Per la prima volta il capo della diplomazia turca, Mevlut Cavusoglu, ha descritto i dettagli  raccapriccianti delle registrazioni audio che si ritiene siano testimonianza dell’uccisione di Jamal Khashoggi.

leggi...
design   emme21