È dedicato al nostro corpo il Focus dell’Almanacco della scienza di agosto

Ci vuole un fisico bestiale, la parola al Cnr

ROMA – La nostra società riserva grande attenzione al corpo e soprattutto alla sua immagine, che spesso prevale sulle altre caratteristiche della persona. E l’estate è la stagione in cui più delle altre il fisico viene esibito.

leggi...
Attivo il profilo che garantisce l’assistenza sanitaria integrativa anche ai familiari

Casagit ai giornalisti con contratto Uspi – Fnsi

ROMA – Grazie al Contratto nazionale di lavoro giornalistico Uspi-Fnsi, firmato il 24 maggio con decorrenza 1 giugno 2018, anche ai giornalisti delle testate periodiche e on line viene assicurata l’assistenza sanitaria

leggi...
Le richieste vanno presentate nelle sedi delle Consulte regionali o spedite per posta

Casagit: rimborsi I trimestre entro il 29 giugno

ROMA – Le richieste di rimborso per le spese sanitarie effettuate nei mesi di gennaio, febbraio e marzo scorsi dovranno essere presentate alla Casagit, la Cassa Autonoma di Assistenza Integrativa dei Giornalisti Italiani, entro

leggi...
Giorgio Cantelli Forti: “Gravi rischi quando riguardano alimenti e e farmaci”

Le false notizie fanno male alla salute

Giorgio Cantelli Forti

Giorgio Cantelli Forti

BOLOGNA – Le fake news in campo alimentare e farmacologico sono particolarmente gravi perché creano rischi per la salute e allo stesso tempo hanno un impatto negativo anche sulla sanità pubblica: questo, in sintesi, il pensiero di Giorgio Cantelli Forti, professore emerito dell’Università di Bologna e presidente della Società italiana di farmacologia, tra i protagonisti dell’incontro su “Fake news e sicurezza alimentare” in occasione del Festival della Scienza Medica in corso a Bologna.

leggi...
Vincono le giornaliste Lucia Scopelliti, Cristina Tognaccini, Lidia Scognamiglio

È rosa il Premio Riccardo Tomassetti

Premio TomassettiMILANO – Due giovani colleghe si sono aggiudicate ex aequo la X edizione del Premio giornalistico Riccardo Tomassetti, dedicato ai “giornalisti under 40 che, attraverso un modello di giornalismo scientifico chiaro e

leggi...
Nicola Miglino vice, Cinzia Testa tesoriere, Danilo Ruggeri segretario generale

Franco Marchetti nuovo presidente Unasmi

UnamsiMILANO – È Franco Marchetti il nuovo presidente dell’Unamsi, l’Unione Nazionale Medico Scientifica di Informazione. Medico, da anni collaboratore del Corriere Salute, è stato eletto dal nuovo Consiglio direttivo uscito

leggi...
Il keniota Joseph Jamenya correrà per 400 km per finanziare un’unità di cardiologia

Giornalista maratoneta per il cuore degli altri

Joseph Jamenya (in tuta nera) e altri maratoneti (Dire)

NAIROBI (Kenya) – 400 chilometri di maratona per sensibilizzare la comunità a finanziare la realizzazione di un’unità ospedaliera di cardiologia a Vihiga, nel Kenya orientale. È la sfida del giornalista del quotidiano “The Star”

leggi...
A Reggio Calabria un corso di formazione promosso da Arga Calabria, Sgc e Odg

Olio extravergine: verità e fake news

olio extravergine di olivaREGGIO CALABRIA – Nell’“Anno del cibo italiano nel mondo” il ruolo del giornalista agroalimentare diventa fondamentale per la tutela e la valorizzazione dei prodotti made in Italy, soprattutto a livello internazionale.

leggi...
L’articolo di Lancet sullo studio del dott. Wakefield è stato ritirato nel 2010: tutto falso

Vaccini e autismo: ha 20 anni la bufala più nociva

Andrew Wakefield

ROMA – Lo studio del medico inglese Andrew Wakefield che lega l’autismo e i vaccini, che si può considerare “la madre di tutte le bufale” in questo campo, compie vent’anni.
La sua pubblicazione sulla rivista Lancet, che poi lo ritirò qualche anno dopo, risale infatti al 28 febbraio del 1998, ma nonostante sia stato poi smentito da decine di ricerche è ancora il più citato dalle organizzazioni “no vax”. La ricerca era stata condotta su 12 bambini.

leggi...
Un team internazionale di psicologi definisce la “selfite”: è un vero disturbo mentale

“Selfie” da mattina a sera? Sei malato!

SelfieROMA – Il bisogno ossessivo di postare selfie, definito “selfite” secondo un termine coniato nel 2014, è un vero e proprio disturbo mentale. Parola di alcuni psicologi della Nottingham Trent University e della Thiagarajar School of Management in India, che, in uno studio pubblicato sull’International Journal of Mental Health and Addiction, hanno esaminato il fenomeno scoprendo che non solo esiste ma ci sono tre categorie: quella cronica, quella acuta e quella borderline.

leggi...
design   emme21