L’inviato de La 7 aggredito da un esercente al quale aveva osato rivolgere domande

Danilo Lupo minacciato e picchiato a Taranto

Danilo Lupo

TARANTO – L’ennesima aggressione ai danni di un giornalista che si azzardava semplicemente a fare il proprio lavoro, ovvero rivolgere domande. È accaduto a Taranto, dove il collega Danilo Lupo – inviato dal programma di La7 “In Onda” per approfondire un’inchiesta su una presunta truffa ai danni del Comune – si è ritrovato inseguito e picchiato da un esercente che avrebbe dichiarato fittiziamente di avere alle proprie dipendenze una ex consigliere comunale, anche lei indagata, la quale così riusciva ad ottenere diarie e rimborsi dal Municipio.
Le immagini – che saranno trasmesse questa sera nel corso della trasmissione – raccontano, inequivocabilmente, quanto accaduto: Lupo

leggi...
Giornali e giornalisti esclusi dalla comunicazione istituzionale e dalle conferenze

Lista di proscrizione al Comune di Taranto

Da sinistra: Enzo Ferrari, direttore di Taranto Buonasera, e Rinaldo Melucci, sindaco della città

TARANTO – “Sarà un caso, ma proprio all’indomani della nostra denuncia sulla esclusione di Taranto Buonasera dalla comunicazione istituzionale del Comune, da Palazzo di Città è arrivato alla nostra redazione un comunicato

leggi...
Appello alla stampa dal missionario comboniano direttore della rivista Mosaico di pace

Padre Zanotelli: “Rompiamo il silenzio sull’Africa”

Padre Alex Zanotelli

BISCEGLIE (Barletta-Andria-Trani) – “Rompiamo il silenzio sull’Africa. Non vi chiedo atti eroici, ma solo di tentare di far passare ogni giorno qualche notizia per aiutare il popolo italiano a capire i drammi che tanti popoli africani stanno

leggi...
Assostampa e Fnsi preoccupate per l’addetto stampa del Comune di Manfredonia

Aggredito il giornalista Matteo Fidanza

da sinistra: Matteo Fidanza e il Municipio di Manfredonia

MANFREDONIA (Foggia) – Il giornalista Matteo Fidanza, 46 anni, addetto stampa del Comune di Manfredonia, è stato “aggredito e minacciato per strada da un cittadino del comune foggiano per il solo fatto di svolgere il proprio

leggi...
Bepi Martellotta (Assostampa): “Criteri anticostituzionali per la scelta della Web TV”

Regione Puglia: un bando che grida vendetta

Bepi Martellotta, presidente dell‘Assostampa di Puglia

BARI – “Desta stupore la lettera di invito pubblicata il 20 giugno scorso con cui la Segreteria della Presidenza della Regione e il Servizio di comunicazione esterna aprono un bando con il quale la Regione Puglia intende

leggi...
Levata di scudi contro la chiusura di tre redazioni e la beffa per i collaboratori storici

La Gazzetta del Mezzogiorno: precari in rivolta

BARI – Le Associazioni di Stampa di Puglia e Basilicata sostengono con forza la dura presa di posizione dei colleghi collaboratori del quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno sulle scelte compiute dall’azienda in merito alla

leggi...
Giornalisti in stato di agitazione. Al loro fianco Fnsi e Assostampa di Puglia e Basilicata

La Gazzetta del Mezzogiorno chiude tre redazioni

BARI – L’Assemblea dei redattori della Gazzetta del Mezzogiorno dichiara lo stato di agitazione esprimendo “il proprio sconcerto” per la decisione comunicata dall’editore, Edisud spa, di voler procedere in tempi brevi alla

leggi...
Videomessaggi girati nel rione Tamburi nell’ambito dell’iniziativa PrevenTour 2018

I bambini di Taranto aspettano Nadia Toffa

Nadia Toffa

TARANTO – “Taranto ti aspetta” è uno dei tanti videomessaggi realizzati dai bambini a Taranto e dedicati a Nadia Toffa, la conduttrice della trasmissione televisiva “Le Iene” impegnata nella battaglia contro il cancro.

leggi...
Volto noto di Teledauna di Foggia da mesi combatteva contro una brutta malattia

Addio al giornalista Gianni Cicolella, 56 anni

Gianni Cicolella

FOGGIA – Lutto nel giornalismo pugliese. All’età di 56 anni è morto Gianni Cicolella, noto volto di Teledauna, l’emittente televisiva di Foggia e della Capitanata. Da alcuni mesi combatteva contro una brutta malattia.

leggi...
Imputato per il titolo su Libero dopo strage di Parigi contro il giornale Charlie Hebdo

Offese all’Islam, Belpietro: “Ho fatto il giornalista”

La prima pagina di Libero

La prima pagina di Libero dell’8 gennaio 2015 e Maurizio Belpietro

MILANO – “Con quel titolo non volevo offendere nessuno, ma aprire una discussione, un dibattito. Non è questo, in fondo, il mestiere di giornalista?”. Si è difeso così, rendendo dichiarazioni spontanee, il giornalista

leggi...
design   emme21