Nello Trocchia e Giacomo del Buono insultati dai familiari che rompono la telecamera

Arresto Casamonica: aggredita la troupe di Nemo

Fermo immagine dal video dell’arresto dei due esponenti del clan Casamonica

Fermo immagine dal video dell’arresto dei due esponenti del clan Casamonica

ROMA – L’inviato di “Nemo”, il programma di Rai 2, Nello Trocchia e il filmaker Giacomo del Buono sono stati aggrediti questa mattina durante l’arresto di Antonio Casamonica e di Alfredo Di Silvio, ritenuti responsabili

leggi...
Il giornalista calabrese da 4 anni sotto scorta: “Non sono una madonnina antimafia”

Michele Albanese: “Isolato anche dalla stampa”

Michele Albanese alla Festa del lavoro della Fnsi a Reggio Calabria (Foto Giornalistitalia.it)

Michele Albanese alla Festa del lavoro della Fnsi a Reggio Calabria (Foto Giornalistitalia.it)

REGGIO CALABRIA – «La ’ndrangheta è un pezzo di tutto. Non è solo criminalità organizzata. È politica, è massoneria, è anche un pezzo di Chiesa. È soprattutto potere finalizzato a riciclare una straordinaria montagna

leggi...
Nicola Gratteri alla Festa del lavoro della Fnsi: “Non siate ‘piacioni’, ma coraggiosi”

“Ammiro i giornalisti, siate sempre credibili”

Nicola Gratteri (foto Marco Costantino)

Nicola Gratteri (foto Marco Costantino/Giornalistitalia.it)

REGGIO CALABRIA – «Ho grande ammirazione per i giornalisti, per la loro pazienza, per la loro capacità di correre appresso a gente che, il più delle volte, si atteggia a personaggio e magari è famoso perché ha scritto un libro

leggi...
Il film di Daniele Vicari sul giornalista ucciso dalla mafia il 23 maggio su Rai Uno

“Prima che la notte”, il coraggio di Pippo Fava

Fabrizio Gifuni è Pippo Fava in “Prima che la notte”

Fabrizio Gifuni è Pippo Fava in “Prima che la notte”

BARI – Al Bif&st anteprima internazionale per “Prima che la notte” di Daniele Vicari, film tv con Fabrizio Gifuni nei panni del giornalista e intellettuale Pippo Fava ucciso dalla mafia a Catania il 5 gennaio 1985. Un nuovo lavoro

leggi...
Il magistrato simbolo della lotta alla ’ndrangheta con i giornalisti per la Festa del lavoro

1° maggio in Calabria: Nicola Gratteri con la Fnsi

Nicola Gratteri (Foto Giornalisti Italia)

Nicola Gratteri (Foto Giornalisti Italia)

REGGIO CALABRIA – Non servono sforzi d’ingegno, né paroloni: Nicola Gratteri, a capo della procura di Catanzaro dopo essere stato, per tanti e fertili anni, procuratore aggiunto a Reggio Calabria, sarà insieme ai

leggi...
Una bufala? Sullo sventato attentato al giornalista “parole gravissime dell’avvocato”

Fnsi e Odg: “Su Borrometi gravi insinuazioni”

Paolo Borrometi intervistato da Roberta Serdoz nella sede della Fnsi

Paolo Borrometi intervistato da Roberta Serdoz nella sede della Fnsi

ROMA – Secondo l’avvocato Luigi Caruso Verso, difensore di Salvatore Giuliano, il suo assistito non avrebbe “mai detto di ammazzare il giornalista Paolo Borrometi”. Il legale disconosce «l’accusa legata alla preparazione di una

leggi...
Migliaia di studenti, uomini delle istituzioni, la Fnsi al corteo organizzato da Libera

L’Italia a Foggia per dire no alle mafie

La pioggia non ferma il corteo organizzato da Libera a Foggia contro le mafie

La pioggia non ferma il corteo organizzato da Libera a Foggia contro le mafie

FOGGIA – L’Italia si mobilita per ricordare con momenti di lettura, di riflessioni e incontri gli oltre 970 nomi delle vittime innocenti delle mafie in occasione della XXIII Giornata della Memoria e dell’Impegno, promossa da Libera

leggi...
Fake news: il Tribunale Civile di Roma accoglie ricorso dell’Associazione Mevaluate

Il diritto-dovere del rating reputazionale

MevaluateROMA – Nell’era della post-verità e delle fake news il rating reputazionale è un diritto-dovere. Il Garante della privacy l’aveva bocciato il 24 novembre 2016: il progetto per l’attribuzione di un “rating reputazionale” ad aziende,

leggi...
Il caso di Famiglia Cristiana e la memoria corta sulla ferma posizione della Chiesa

Tra confusioni massoniche e il caso Natuzza

L’ultimo numero di Famiglia Cristiana in edicola

MILANO – «È stato chiesto se sia mutato il giudizio della Chiesa nei confronti della massoneria per il fatto che nel nuovo Codice di Diritto Canonico essa non viene espressamente menzionata come nel Codice anteriore. Questa Congregazione è in grado di rispondere che tale circostanza è dovuta a un criterio redazionale seguito anche per altre associazioni ugualmente non menzionate in quanto comprese in categorie più ampie. Rimane pertanto immutato il giudizio negativo della Chiesa nei riguardi delle associazioni massoniche, poiché i loro principi sono stati sempre considerati inconciliabili con la dottrina della Chiesa e perciò l’iscrizione a esse rimane proibita. I fedeli che appartengono alle associazioni massoniche sono in stato di peccato grave e non possono accedere alla Santa Comunione».
Con queste parole, mai modificate o cancellate, la

leggi...
Franco Gabrielli: “Li abbiamo visti in asettici studi televisivi proposti come dirigenti”

Il capo della Polizia: “Un oltraggio i brigatisti in tv”

Franco Gabrielli (a sinistra) con il Comandante generale dei carabinieri Giovanni Nistri alla cerimonia in via Fani (foto ansa)

ROMA – Vedere gli ex brigatisti «riproposti in asettici studi televisivi come se stessero discettando della quintessenza della verità rivelata» è «un oltraggio per chi ha dato il sangue e la vita per questo Paese». Non usa mezzi termini

leggi...
design   emme21