È il cartello appeso alla fermata di un tram a Milano. La Fnsi: “Tenere alta l’attenzione”

“Berizzi carogna”, ancora insulti dai neofascisti

Il cartello con i pesanti insulti a Paolo Berizzi apparso a Milano

ROMA – «Un cartello appeso alla pensilina di una fermata del tram, a Milano, firmato dal gruppo neofascista Militia con su scritto “Berizzi carogna! Okkio al cranio”. Questo l’ultimo episodio di insulti al giornalista di Repubblica

leggi...
Andolfatto: “Non ci sono solo le pallottole contro il buon cronista che fa il suo lavoro”

Giornalisti, “la prima minaccia è la precarietà”

Monica Andolfatto

PADOVA – «Vogliamo far capire il ruolo della buona informazione, nel senso che è il lavoro del cronista che serve».
Lo ha detto Monica Andolfatto, giornalista del Gazzettino e segretario del Sindacato Giornalisti del Veneto, minacciata dalla criminalità organizzata, a margine di un incontro, a Padova, sull’informazione come “sorgente di democrazia”.
«La buona informazione è un bene pubblico e non ci sono solo le pallottole che possono minacciare un cronista, – ha detto Andolfatto – ci sono anche le querele bavaglio e c’è soprattutto il lavoro precario, perché

leggi...
Vogliono esserlo Assostampa e Odg Emilia Romagna per il collega privato del lavoro

“Scorta mediatica al giornalista Donato Ungaro”

Il presidente dell’Odg Emilia Romagna Giovanni Rossi e Serena Bersani, presidente Aser

BOLOGNA – «A Brescello, Comune commissariato per condizionamento mafioso nel 2016, il giornalista Donato Ungaro che svelò l’opacità di certi meccanismi con molti anni di anticipo, continua a non essere gradito».

leggi...
Anche il presidente dell’Antimafia Nicola Morra ha firmato l’appello del giornalista

Sandro Ruotolo: “Disarmiamo Napoli”

Nicola Morra e Sandro Ruotolo

ROMA – Anche il presidente della Commissione Antimafia Nicola Morra ha firmato l’appello “Disarmiamo Napoli”  lanciato da Sandro Ruotolo sulla piattaforma Change.org. Appello che ha già raggiunto le 28mila firme.

leggi...
La giornalista Rai fu inseguita e minacciata nel maggio 2017 ad Isola Capo Rizzuto

Aggredirono Angela Caponnetto, Fnsi parte civile

Fnsi e Sindacato Giornalisti della Calabria al fianco di Angela Caponnetto (foto da Facebook)

ROMA – Il Gup presso il tribunale di Catanzaro ha accolto la richiesta di costituzione di parte civile della Federazione nazionale della Stampa italiana nell’ambito del procedimento a carico dei presunti aggressori della giornalista

leggi...
Dopo la sentenza per il raid al Roxy bar. Fnsi: “Forza e voce a chi racconta le mafie”

7 anni a Casamonica, insulti a pm e giornalisti

L’arresto di Antonio Casamonica dopo il raid alla Romanina (adnkronos)

ROMA – Momenti di caos e urla contro giudici, pm e giornalisti, in aula, alla lettura della sentenza che ha condannato a 7 anni di carcere Antonio Casamonica per l’aggressione, ai danni del titolare e di una giovane disabile, al Roxy bar,

leggi...
Il sindaco Nardella al giornalista oggi a Firenze: “Anche qui ci sono mafia e omertà”

“Sandro Ruotolo faccia un’inchiesta sulla Toscana”

Sandro Ruotolo al cinema Stensen di Firenze (Facebook)

FIRENZE – «Il lavoro di Sandro Ruotolo è patrimonio collettivo, è bene comune». Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, in un videomessaggio mandato agli organizzatori dell’incontro “Firenze per Sandro Ruotolo” che

leggi...
Arresti nei clan mafiosi che intimidirono l’attuale segretario dell’Assostampa Veneto

Volevano sparare alla cronista Monica Andolfatto

Raffaele Lorusso e Monica Andolfatto

ROMA – «Esprimiamo la vicinanza e la solidarietà della Federazione nazionale della Stampa italiana alla collega Monica Andolfatto, cronista del Gazzettino, segretaria del Sindacato Giornalisti Veneto, finita per ben due volte,

leggi...
Due dei tre giovani denunciati dalla Polizia a Pescara ammettono di aver sbagliato

Aggressori di Piervincenzi chiedono scusa

Lo schiaffo sferrato a Daniele Piervincenzi a Pescara

PESCARA – “Sono dispiaciuto, chiedo scusa a Piervincenzi, se accetta le scuse”. Così Jhonny Di Pietrantonio, uno dei tre giovani denunciati per l’aggressione ai danni della troupe di Rai 2, avvenuta lunedì scorso all’interno del

leggi...
Albanese: “Vivere sotto scorta non è facile, ma è necessario per raccontare le mafie”

Ruotolo: “Il clan Zagaria mi voleva squartare”

Un momento della conferenza stampa di stamane nella sede della Fnsi

ROMA – «Il clan Zagaria è vivo e mi voleva squartare». Così il giornalista Sandro Ruotolo, intervenendo, stamane, nella sede della Federazione nazionale della stampa italiana, alla conferenza stampa “Vite sotto scorta”

leggi...
design   emme21