L’accordo salva 23 posti di lavoro. Soddisfatti Fnsi, Asr e sottosegretario Lotti

Adnkronos, ritirati i licenziamenti collettivi

Giuseppe Marra

Giuseppe Marra

AdnkronosROMA – Revocata la procedura di licenziamento collettivo di 20 giornalisti e 3 poligrafici dell’agenzia Adnkronos e di Mak-Multimedia Adnkronos avviata dall’editore Giuseppe Marra lo scorso 27 gennaio.
La vertenza si è chiusa, infatti, oggi con la firma di un accordo tra l’Azienda assistita dalla Fieg e i Comitati di redazione assistiti dalla Fnsi, alla presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, Luca Lotti.

leggi...
I figli Massimo e Serena avrebbero voluto donare anche la biblioteca al Comune di Frascati...

Sparito l’archivio storico e giornalistico di Raffaele Marciano

Raffaele Marciano

Raffaele Marciano

Massimo Marciano

Massimo Marciano

FRASCATI (Roma) – Sparito dal Comune di Frascati l’archivio giornalistico e storico donato da Raffaele Marciano. A denunciarne la scomparsa al sindaco ed  all’assessore alle politiche culturali del Comune di Frascati, sono stati i figli Massimo, giornalista componente del Comitato amministratore dell’Inpgi, e Serena, che lunedì si erano recati a visitare gli scantinati della scuola media di via Risorgimento, dove sono stati trasferiti

leggi...
Infranta una tradizione: niente targa ricordo ai giornalisti con 50 anni di professione

L’Odg del Lazio “risparmia” sui pensionati

Odg LazioROMA – L’Ordine dei giornalisti del Lazio, di recente contestato per le spese facili, ha deciso di risparmiare sulla pelle dei soci pensionati. In beffa ai colleghi romani con 50 anni di professione, venerdì prossimo all’assemblea sul bilancio, che si terrà nella sede della Fnsi, in Corso Vittorio Emanuele, sarà infranta una tradizione.

leggi...
Unci e Cronisti Romani solidali con Rory Cappelli dopo le dichiarazioni di Bruschini

Anzio, le “querele facili di un sindaco di periferia”

Guido Columba

Guido Columba

Romano Bartoloni

Romano Bartoloni

ROMA – “I troppi divieti al diritto di cronaca, le leggi liberticide e le voglie di censure e di bavagli da parte dei potenti incoraggiano persino gli amministratori di periferia ad intimidire il mondo intero, stampa in testa, a colpi di «querele facili», quando sono scoperti in fallo o, addirittura quando temono di esserlo”.

leggi...
Al “Regis” in risalto solo i “meriti” di qualcuno. Di ex responsabili di governo e parlamentari neppure l’ombra

Stati Generali dei pubblicisti, una passerella e un topolino

Gianni Letta

Gianni Letta

Gino Falleri

Gino Falleri

ROMA – Non sarebbe corretto affermare che aver organizzato gli Stati Generali dei “quadri” dei pubblicisti non sia stata una buona idea. In questi casi è il risultato quello che conta. Se l’obiettivo prefissato sia stato centrato e il messaggio recepito. Purtroppo non è stato così. Hanno solo fornito una passerella e partorito il classico topolino: la costituzione di un Osservatorio. Come se non si sapesse in quali condizioni i giornalisti pubblicisti si muovono nel mondo dell’informazione, quali i loro reali guadagni, irrisori e mortificanti

leggi...
Dopo 19 anni cambio al vertice di Roma. Alla vicepresidenza riconfermato Gino Falleri

Odg Lazio: Spadari mette fine al regno di Tucci

Paola Spadari

Paola Spadari

ROMA – Il Consiglio Regionale dell’Ordine dei giornalisti del Lazio mette la parola fine alla presidenza di Bruno Tucci che, dopo 19 anni di incontrastato governo, dovrà accontentarsi di recitare lo scomodo ruolo di solitario consigliere di opposizione.
Il segnale era arrivato chiaro e forte dalle urne, con un ballottaggio che gli aveva concesso appena un onorevole secondo posto alle spalle di Paola Spadari, eletta ieri nuovo presidente dell’Odg di Roma.
Alla vicepresidenza confermato, invece, l’incontrastato “Re”, Gino Falleri, unico eletto al primo turno con 709 preferenze. Segretario Silvia Resta, tesoriere Marco Conti.
Completano il Consiglio Regionale dell’Ordine

leggi...
“ContrOrdine” conquista 5 consiglieri su 6 al Regionale e 13 su 16 al Nazionale. Iacopino soltanto quarto

Elezioni Odg: Lazio, una “Caporetto” per Bruno Tucci

Roberta Serdoz

Roberta Serdoz

Odg-lazio-300x70ROMA – Dopo 19 anni di incontrastato governo, Bruno Tucci è costretto a cedere la presidenza del Consiglio Regionale dell’Ordine dei giornalisti del Lazio.
Se da un lato, al “ballottaggio” è riuscito a ottenere un onorevole secondo posto, a 44 lunghezze da Paola Spadari, dall’altro è, infatti, rimasto un autentico generale senza esercito.
Dei sei professionisti eletti in Consiglio Regionale, è infatti il solo ad appartenere alla lista “Indipendenti per la riforma” che, nel Lazio, era guidata dal presidente uscente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Enzo Iacopino. Una Caporetto:

leggi...
Un uomo solo al comando, tutti gli altri al ballottaggio. Tra i “prof” Bonini e Serdoz i più votati. Iacopino solo sesto

Elezioni Odg: il Lazio promuove solo Gino Falleri

Gino Falleri

Gino Falleri

ROMA – “Un uomo solo al comando”, dopo le elezioni per il rinnovo del Consiglio Nazionale e Regionale del Lazio: il suo nome è Gino Falleri.
Alla Fausto Coppi, il vicepresidente dell’Odg laziale, presidente nazionale del Gus e del Dipartimento Nazionale Uffici Stampa della Fnsi, è, infatti, l’unico ad aver tagliato il traguardo dell’elezione.
Tutti gli altri sono rimandati al ballottaggio. A partire dal presidente uscente dell’Ordine nazionale dei giornalisti, Enzo Iacopino, soltanto sesto all’arrivo con un distacco di 164 voti dal “vincitore” della “tappa” di ieri, Carlo Bonini, e dietro

leggi...
design   emme21