L’Assemblea straordinaria scioglie lo storico sindacato campano fondato nel 1912

Addio all’Associazione Napoletana della Stampa

Enzo Colimoro

Enzo Colimoro

Assostampa CampaniaNAPOLI – “Una ventennale controversia col Comune di Napoli tra detrattori, strumentalizzazioni, calunniatori livorosi che, con i loro meschini tentativi di sciacallaggio, lasceranno il tempo che trovano e, chissà, magari anche qualche spicciolo per risarcire insinuazioni tanto menzognere quanto passibili di inevitabili querele”.
L’Associazione Napoletana della Stampa, lo storico sindacato dei giornalisti campani, chiude i battenti. È costretta a farlo a seguito di una sentenza della Corte di Cassazione che ha messo la parola fine ad un contenzioso con il Comune di Napoli che, nel lontano 1993, intimava

leggi...
Il presidente Colimoro convoca per il 31 marzo l’Assemblea per costituire un Fondo straordinario per pagare i debiti

Associazione Napoletana della Stampa ultimo atto?

Enzo Colimoro

Enzo Colimoro

NAPOLI – Un Fondo straordinario per il pagamento dei circa 5 milioni di euro di debiti, di cui oltre 3 milioni con il Comune di Napoli relativi alla condanna, in Cassazione per la vicenda della Casina del Boschetto? Ad ipotizzarlo è l’Associazione Napoletana della Stampa, presieduta da Enzo Colimoro, che ha convocato l’Assemblea generale degli iscritti per lunedì 31 marzo, alle ore 9.30 in prima convocazione e alle ore 11.30 in seconda, negli uffici di via Cappella Vecchia 8/B 1° piano, a Napoli.
Tutti gli iscritti, professionali e collaboratori, sono chiamati a discutere e approvare la relazione del Presidente e del Tesoriere sulla gestione sociale ed economica dell’Associazione; il Bilancio al

leggi...
Pier Paolo Petino chiede l’annullamento delle elezioni, Enzo Colimoro parla di “clientelismo da manuale Cencelli”

Odg Campania nel caos tra veleni e ricorsi

Enzo Colimoro

Pier Paolo Petino

NAPOLI – Ordine dei giornalisti della Campania nel caos. Dopo l’insediamento del Consiglio regionale, che ha proceduto al rinnovo delle cariche – tranne quella del vicepresidente per l’assenza annunciata dei tre consiglieri di “Stampa Libera e Indipendente” guidati da Mimmo Falco – il giornalista professionista Pier Paolo Petino, ha inviato al Consiglio nazionale un ricorso urgente nel quale chiede l’annullamento delle elezioni.
“Prendo atto – scrive Petino nel ricorso – che, malgrado la mia formale richiesta di attendere i tempi tecnici previsti dal regolamento del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, solo cinque consiglieri su nove, in sprezzo delle più elementari norme

leggi...
Presidente confermato, ma i pubblicisti di “Stampa Libera e Indipendente” minacciano le dimissioni

Odg Campania: Lucarelli rieletto tra le polemiche

Mimmo Falco

Mimmo Falco

Ottavio Lucarelli

Ottavio Lucarelli

NAPOLI – Il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Campania, riunito in via Cappella Vecchia 8B, in ottemperanza all’articolo 22 del regolamento per l’esecuzione della legge 69 del 1963, ha proceduto all’elezione delle cariche per il triennio 2013-2016.
All’unanimità dei presenti sono risultati eletti: Ottavio Lucarelli presidente, Giuseppe De Martino segretario con delega alla multimedialità e all’innovazione, Paolo Mainiero tesoriere con delega ai rapporti istituzionali e alla legge 150.
Al consigliere Rossana Russo sono state assegnate le deleghe sui rapporti con le televisioni regionali, pari opportunità, progetto Istituzioni e media per la diffusione della cultura della legalità.
Al consigliere Vincenzo Esposito la delega per la Scuola di Giornalismo “Suor Orsola Benincasa”, progetto giovani e nuovi

leggi...
“Stampa Libera e Indipendente” invoca massima chiarezza nell’unità della categoria e si organizza tra i professionisti

Odg Campania nella bufera: i pubblicisti non ci stanno

Odg CampaniaNAPOLI – Ordine dei giornalisti della Campania nella bufera con denunce e durissimi scambi di accuse tra vincenti e perdenti della componente professionisti. All’origine della contesa ci sarebbe la presunta partecipazione al ballottaggio di elettori che non ne avrebbero avuto la titolarità, avendo sanato la morosità soltanto dopo il primo turno. Accuse, naturalmente, respinte dall’Odg campano che, rassicura, sulla regolarità del voto.
In attesa di chiarimenti, il “Movimento Unitario Giornalisti per la Campania” che aderisce a “Stampa Libera e Indipendente” si è riunito, oggi, in assemblea alla presenza dei 14 pubblicisti eletti a furor di popolo al primo turno, quindi non interessati alla polemica scaturita dal ballottaggio.
Alla riunione, coordinata dal leader campano di “Stampa Libera e Indipendente”, Mimmo Falco (950 preferenze su 1024 voti validi al primo turno), componente della Giunta Esecutiva Fnsi e vicepresidente regionale uscente dell’Odg, hanno partecipato i 10 pubblicisti eletti al

leggi...
Enzo Colimoro entra in Consiglio Regionale, ma il presidente regionale uscente conquista 5 consiglieri su 6

Elezioni Odg: Campania, Lucarelli mantiene la maggioranza

Enzo Colimoro

Enzo Colimoro

Ottavio Lucarelli e Rossana Russo

Ottavio Lucarelli e Rossana Russo

NAPOLI – Enzo Colimoro riesce a farsi eleggere nel Consiglio Regionale dell’Ordine dei giornalisti della Campania, ma la maggioranza resta in mano al presidente uscente Ottavio Lucarelli, promosso al primo turno assieme a Paolo Maniero ed a tutti i pubblicisti della “corazzata” Mimmo Falco aderente a “Stampa Libera e Indipendente”.
Il turno di ballottaggio promuove, infatti, tre uomini di Lucarelli su quattro (il consigliere generale dell’Inpgi Rossana Russo, Vincenzo Esposito e Giuseppe De Martino), mentre Colimoro, presidente dell’Assostampa Campania e fiduciario regionale dell’Inpgi, per un solo voto vede sfumare il sogno di far eleggere il secondo consigliere (Pierpaolo Petino) che avrebbe potuto riaprire i giochi in Consiglio Regionale.
Tra i revisori dei conti, invece, Marzio Di Mezza e Francesco Marolda, hanno avuto la meglio su Iki Notarbartolo e

leggi...
“Stampa Libera e Indipendente” sbanca tra i pubblicisti: ne passano 14 su 14

Elezioni Odg: “ciclone” Mimmo Falco in Campania

Ottavio Lucarelli

Mimmo Falco e Salvatore Campitiello

Mimmo Falco e Salvatore Campitiello

NAPOLI – Il “ciclone” Mimmo Falco si abbatte sulla Campania stravincendo le elezioni per il Consiglio regionale e nazionale dell’Ordine dei giornalisti. Tutti i pubblicisti eletti appartengono, infatti, al Movimento Unitario per la Campania che aderisce a “Stampa Libera e Indipendente”.
Alla Mostra D’Oltremare di Napoli, per il Consiglio Nazionale hanno votato 1080 giornalisti pubblicisti (1024 i voti validi) e sono stati eletti 10 consiglieri su 10 del gruppo che fa capo a Mimmo Falco. Si tratta di: Salvatore Campitiello 913 voti, Claudio Ciotola 897, Annamaria Riccio 892, Vera De Luca 886, Carlo Conte 879, Riccardo Stravino 872, Alessandro

leggi...
design   emme21