Angela Napoli intervistata nella redazione occupata dal direttore Regolo che assicura:

“Non è l’Ora della resa. Torneremo in edicola”

Luciano Regolo e Angela Napoli ieri nella redazione occupata dell’Ora della Calabria

Luciano Regolo e Angela Napoli ieri nella redazione occupata dell’Ora della Calabria

RENDE (Cosenza) – Sono trascorsi 47 giorni dalla brutale chiusura dell’Ora della Calabria (18 aprile), ma né i cinghiali, né i corvi e gli avvoltoi sono riusciti a piegare i coraggiosi giornalisti che, assieme al direttore Luciano Regolo, da 40 giorni occupano la redazione centrale di Rende in una battaglia, di dignità e di riscatto, contro una vergognosa ingiustizia ai danni della libera informazione.
“Andiamo avanti nella nostra battaglia”, assicura fiducioso Luciano Regolo che,

leggi...
Censurati i vari siti di Big G in vista del 25° anniversario della repressione

Cina: Google bloccato pensando a Tienanmen

Un cittadino cinese depone fiori sulla “tomba” di Google

Un cittadino cinese depone fiori sulla “tomba” di Google

PECHINO (Cina) – Le autorità cinesi hanno bloccato diversi siti di Google in vista del 25° anniversario della repressione di piazza Tienanmen. A denunciarlo è un gruppo di monitoraggio della censura, GreatFire.org, secondo il quale da ieri risultano inaccessibili le

leggi...
Nuovo attacco del premier turco. E il reporter della Cnn arrestato diventa un “lacchè”

Erdogan: “I giornalisti? Spie che portano il caos”

Erdogan

Il premier turco Recep Tayyip Erdogan

ANKARA (Turchia) – Un nuovo attacco ai media internazionali è arrivato dal premier turco Recep Tayyip Erdogan, che li ha accusati di spionaggio e di voler diffondere il caos nel Paese.
“I media internazionali che sono venuti a Istanbul per trasmettere servizi provocatori ed esagerati sono rimasti a

leggi...
Al liceo scientifico “da Vinci” di Reggio Calabria il caso “L’Ora” con Parisi e Regolo

Quando il potere soffoca la libertà di stampa

Laura Sidari, Carlo Parisi, Luciano Regolo e Luigi Caminiti

Laura Sidari, Carlo Parisi, Luciano Regolo e Luigi Caminiti

REGGIO CALABRIA – Se l’editoria non si comporta da impresa, ma utilizza i giornali come mezzi di potere per perseguire interessi (che vanno oltre al profitto), a pagarne le spese è la libera stampa, da un lato, ed i cittadini che, invece, dovrebbero essere correttamente informati, dall’altro. Ed il caso più clamoroso dell’ultimo periodo è stato quello dell’Ora della Calabria, quotidiano calabrese non più in edicola dal 18 aprile scorso.

leggi...
Cdr ed Fnsi hanno incontrato il liquidatore davanti al prefetto di Cosenza, Tomao

L’Ora della farsa, Bilotta e Jessica Rabbit

Il liquidatore Giuseppe Bilotta

Il liquidatore dell’editrice C&C, Giuseppe Bilotta

Jessica RabbitRENDE (Cosenza) – Ho atteso prima di scrivere. Volevo che il mio non fosse uno sfogo rabbioso ma una riflessione ponderata. Spero che la conferenza che ho tenuto ieri sera a Reggio Calabria sulla Beata Maria Cristina di Savoia e una breve, ma intensa conversazione che ho avuto nel pomeriggio, assieme a Carlo Parisi, vicesegretario nazionale e segretario regionale della Fnsi, con monsignor Salvatore Nunnari, arcivescovo di Cosenza e presidente della Conferenza episcopale calabrese, tra le persone che più ci sono state vicine e con costanza dall’Oragate in poi, abbiano contribuito a rendermi più lucido.
Nella tarda mattinata con Parisi e il Cdr dell’Ora abbiamo incontrato il liquidatore alla presenza del prefetto di Cosenza, Gianfranco Tomao. Bilotta ha confermato che non intende in alcun modo ripristinare il sito, o meglio lo riattiverà, versando

leggi...
I suoi articoli sui quotidiani Sharq ed Etemad considerati ostili al regime di Teheran

Arrestata la giornalista iraniana Saba Azarpeyk

Saba Azarpeyk

Saba Azarpeyk

TEHERAN (Iran) – La polizia iraniana ha arrestato Saba Azarpeyk, una giornalista che lavorava per alcuni media favorevoli alle riforme della Repubblica Islamica. La donna era già stata fermata nel 2013 insieme ad altri 18 colleghi che operavano per conto di un emittente tv

leggi...
Bilotta chiede ai giornalisti i soldi per riattivare il sito, “ma senza aggiornamenti”

L’Ora, liquidatore basta barzellette alla “Pierino”

Luciano Regolo

Luciano Regolo

Ora della CalabriaRENDE (Cosenza) – Se non fosse tragica questa situazione che stiamo vivendo dopo 30 giorni di occupazione, potremmo dire che le comunicazioni del liquidatore Bilotta oramai ricordano le barzellette di “Pierino”. Come ricorderete, Bilotta, dopo aver promesso anche al prefetto di Cosenza di attivarsi per il ripristino del sito e di presentare al Cdr la stima e una proposta di vendita, non ha fatto né l’uno, né l’altro, anzi aveva spiegato al Cdr stesso che era inutile presentare tale proposta, poiché tanto in caso di acquisto della testata da parte dei giornalisti, De Rose avrebbe fatto valere la revocatoria. Ora il liquidatore, però, ci ha fatto un’altra sorpresa.

leggi...
Dal segretario della Fnsi un pensiero supplementare per la missione del fotogiornalista

Andy Rocchelli, omaggio a un testimone di verità

Franco Siddi

Franco Siddi

Andrea Rocchelli

Andrea Rocchelli

ROMA – “Dolore, cordoglio e comprensione verso i familiari e verso i colleghi del suo collettivo di fotoreporter”. Franco Siddi, segretario generale della Federazione Nazionale della Stampa e componente del Comitato Esecutivo dell’Ifj, la Federazione internazionale dei giornalisti, commenta così la notizia della morte di Andy Rocchelli, il fotoreporter italiano ucciso in Ucraina, “sono i primi sentimenti che a nome mio e della Fnsi, sento di esprimere”, sottolinea commosso. L’uccisione di Rocchelli “e di altri operatori dell’informazione impegnati a offrire immagini di verità

leggi...
Ad Ersilio Mattioni e Paolo Puricelli del settimanale Libera Stampa Alto Milanese

Assessore chiede 250mila euro a giornale locale

Libera Stampa Alto MilaneseMILANO –  Un risarcimento da 250mila euro. E’ quanto chiesto dall’assessore alla Sanità della Regione Lombardia, Mario Mantovani, a due cronisti di un settimanale locale, Libera Stampa l’Alto Milanese, colpevoli, a suo dire, di “atti persecutori e diffamatori” nei suoi confronti.
A finire nel mirino dell’assessore, ex sindaco di Arconate, sono 69 articoli pubblicati nel 2013 che avrebbero “leso il suo onore”. Per questo, lo scorso marzo, Mantovani ha chiesto di avviare la procedura di mediazione civile nei confronti di Ersilio Mattioni, direttore del settimanale, e del cronista Paolo Puricelli, entrambi autori degli articoli.
Quanto appreso, è confermato dallo stesso assessore:

leggi...
Il 30 maggio nuovo incontro in Prefettura. Regolo: “Torneremo comunque in edicola”

L’Ora: 1 mese di occupazione e 13mila fans

Ora della Calabria

I giornalisti ed il direttore Luciano Regolo con il vicesegretario Fnsi, Carlo Parisi, davanti alla Prefettura di Cosenza

RENDE (Cosenza) – È da un mese che il direttore e i giornalisti dell’Ora della Calabria occupano la redazione centrale. “Quello che era il nostro luogo di lavoro – ricordano i giornalisti sulla loro pagina Facebook «l’Ora siamo noi» – è diventata la nostra casa, il luogo della speranza di ripartire liberi

leggi...
design   emme21