Dopo la Calabria, un’altra regione riconosce la rappresentanza dei lavoratori esterni

Rappresentanti dei collaboratori anche in Veneto

Il Giornale di VicenzaVICENZA – “I collaboratori strategici del Giornale di Vicenza hanno eletto i propri rappresentanti, al termine di una partecipata riunione che ha visto i lavoratori riunirsi con i rappresentanti del Comitato di redazione e del Sindacato giornalisti del Veneto”. Lo rende noto il Sindacato giornalisti del Veneto spiegando che sono “quattro i colleghi individuati dall’assemblea che, in rappresentanza dei diversi territori e settori, avranno un ruolo importante: si rapporteranno con le strutture sindacali per segnalare i problemi e contribuire alla loro soluzione, per rafforzare le tutele nell’unità tra tutte le identità del lavoro giornalistico”.

leggi...
Insediato ieri a Trieste è il primo organismo costituito in Italia a livello regionale

Osservatorio sul giornalismo in Friuli Venezia Giulia

Carlo Muscatello

Carlo Muscatello

Cristiano Degano

Cristiano Degano

TRIESTE – Prima riunione, ieri a Trieste, per l’Osservatorio regionale permanente sulla condizione professionale dei giornalisti del Friuli Venezia Giulia, organismo costituito per la prima volta in Italia a livello regionale, ispirato dalla Carta di Firenze, e composto da rappresentanti dell’Assostampa Friuli Venezia Giulia, dell’Ordine regionale e dell’Inpgi, rispettivamente

leggi...
Solidarietà di Sigim e Gruppo cronisti marchigiani al cronista del Messaggero

Ancona: striscione contro il giornalista Natalini

Ancona CalcioANCONA – Sigim (sindacato giornalisti marchigiani) e Gcm (gruppo cronisti marchigiani) denunciano il grave episodio di intimidazione avvenuto ieri pomeriggio ad Ancona allo stadio Del Conero.
Durante la partita Ancona-Sulmona, valevole per il campionato di serie D, nella curva dei tifosi dell’Ancona è apparso uno striscione dai toni minacciosi e ingiuriosi nei confronti del giornalista del Messaggero, Michele Natalini.
Lo striscione, lungo alcune decine di metri, è stato esposto durante il secondo tempo della partita. Sigim e Gmc considerano l’episodio come un attacco alla libertà d’informazione e come un ulteriore

leggi...
Giornalisti e poligrafici tentano di rilevare la testata. Solidarietà dell’Assostampa

Il Corriere del Giorno chiude ma non si rassegna

Corriere del GiornoTARANTO – Da domani, martedì 1° aprile, il “Corriere del Giorno di Puglia e Lucania” non sarà più in edicola. Sospesa da tempo l’edizione del lunedì, ieri è uscita, infatti, l’ultima copia del giornale con, a tutta pagina, il titolo “Arrivederci Taranto” preceduto da un occhiello che riassume il dramma di tutta la redazione: “La notizia che non avremmo mai voluto dare. Da domani non troverete in edicola il vostro giornale”.
A raccontare l’ultimo atto del quotidiano pugliese, fondato nel 1947, è stato il direttore Gianni Svaldi con un editoriale nel quale spiega che “il commissario liquidatore, nell’impossibilità di far quadrare i conti dell’esercizio provvisorio, ha deciso di anticipare di circa due mesi la scadenza fissata per giugno”.

leggi...
Appuntamento nell’ottavo anniversario della realizzazione del Monumento

Il 5 aprile a Conselice per la libertà di stampa

Il monumento alla stampa clandestina e alla libertà di stampa

Il monumento alla stampa clandestina e alla libertà di stampa

CONSELICE (Ravenna) – Una delegazione di giornalisti italiani celebrerà a Conselice, sabato 5 aprile, l’ottavo anniversario della realizzazione del Monumento alla stampa clandestina e alla libertà di stampa che ricorda il sacrificio dei quattro tipografi – Cesare Gaiba, Pio Farina, Giovanni Quarantini ed Egidio Totti – arrestati nelle campagne conselicesi per stampa clandestina e giustiziati dai nazifascisti nell’ottobre del 1944 nel poligono di tiro di Bologna.
La delegazione, guidata dal presidente della Fnsi, Giovanni Rossi, dal presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna, Gerardo Bombonato, e dal presidente dell’Associazione Stampa dell’Emilia Romagna, Serena Bersani, sarà ricevuta, alle ore 10.30, dal sindaco di Conselice

leggi...
Cronista de “Il Giornale d’Italia”, “La Nazione” e la Tgr Rai del Molise, aveva 77 anni

Addio Annibale Pizzi, decano dei giornalisti molisani

luttoPESCHE (Isernia) – Profonda commozione, oggi a Pesche, per l’ultimo saluto ad Annibale Pizzi, 77 anni, decano dei giornalisti molisani.
Nato a Pesche il 1° gennaio 1937, era giornalista professionista iscritto all’Ordine del Molise dal 27 novembre 1971. Laureato in pedagogia, dopo aver lavorato al “Il Giornale d’Italia” ed a “La Nazione” di Firenze, nel 1987 era stato assunto nella redazione della Tgr Rai del Molise. E’ morto a  San Demetrio ne’ Vestini, in provincia de L’Aquila.

leggi...
Approvato il Bilancio 2013. Carlo Bartoli: “Giornalisti completi e consapevoli”

Odg Toscana, un anno di sfide e di aggiornamenti

L’Assemblea 2014 dell’Ordine dei giornalisti della Toscana

L’Assemblea 2014 dell’Ordine dei giornalisti della Toscana

FIRENZE – “Il 2014 sarà un anno importante per la nostra professione e l’augurio che mi sento di fare a tutti i colleghi è di essere giornalisti in maniera completa, consapevole e aggiornata: è una sfida per tutti a vantaggio dell’opinione pubblica e dei cittadini”: con queste parole Carlo Bartoli, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Toscana ha chiuso l’Assemblea dell’Ordine della Toscana 2014 che

leggi...
Il presidente Colimoro convoca per il 31 marzo l’Assemblea per costituire un Fondo straordinario per pagare i debiti

Associazione Napoletana della Stampa ultimo atto?

Enzo Colimoro

Enzo Colimoro

NAPOLI – Un Fondo straordinario per il pagamento dei circa 5 milioni di euro di debiti, di cui oltre 3 milioni con il Comune di Napoli relativi alla condanna, in Cassazione per la vicenda della Casina del Boschetto? Ad ipotizzarlo è l’Associazione Napoletana della Stampa, presieduta da Enzo Colimoro, che ha convocato l’Assemblea generale degli iscritti per lunedì 31 marzo, alle ore 9.30 in prima convocazione e alle ore 11.30 in seconda, negli uffici di via Cappella Vecchia 8/B 1° piano, a Napoli.
Tutti gli iscritti, professionali e collaboratori, sono chiamati a discutere e approvare la relazione del Presidente e del Tesoriere sulla gestione sociale ed economica dell’Associazione; il Bilancio al

leggi...
Carlo Parisi (Fnsi): “Il caso di Rossana Caccavo suscita pesanti interrogativi e tocca delicati aspetti etici e deontologici”

Esperia TV licenzia in tronco il fiduciario appena eletto

Rossana Caccavo

Rossana Caccavo

EsperiaTVCROTONE – Non è tutto oro quello che luccica. Non c’è proverbio più azzeccato per definire “Esperia TV” di Crotone. Appena una settimana dopo l’elezione della rappresentanza sindacale, la giornalista Rossana Caccavo, fiduciario di redazione dell’emittente televisiva crotonese nata il 6 febbraio 2012, è stata licenziata in tronco “con effetto immediato” dall’amministratore unico, Fabiola Marrelli, nipote del presidente del Gruppo, Massimo Marrelli, e del vicepresidente della Giunta regionale della Calabria, Antonella Stasi.
Dieci righe, consegnate a mano alla giornalista, con cui la Marrelli ha comunicato ieri il “licenziamento per giustificato motivo” asserendo che “le difficili condizioni economiche che attraversa anche il nostro gruppo imprenditoriale non ci consentono di mantenere gli attuali livelli occupazionali. Dovendo, comunque, garantire una presenza estesa territorialmente – scrive ancora la Marrelli – al momento la redazione sovradimensionata è quella di Crotone”, dove operano due giornalisti, di cui uno con funzioni di direttore responsabile. Quindi, la comunicazione che “il rapporto cesserà con

leggi...
design   emme21