Dopo 4 mesi non è ancora arrivata dal Tribunale di Salerno alla Corte Costituzionale

Carcere per i giornalisti: un’ordinanza lumaca

ROMA – «Dopo 4 mesi non é ancora giunta alla Corte Costituzionale l’ordinanza del Tribunale di Salerno che sospetta di illegittimità il carcere per i giornalisti ritenuti responsabili di diffamazione».

Pierluigi Roesler Franz

A denunciarlo è il presidente del Sindacato Cronisti Romani, Pierluigi Franz, sottolineando che sul carcere per i giornalisti responsabili di diffamazione dovrà decidere la Corte Costituzionale su richiesta del Tribunale di Salerno del 9 aprile scorso. In quella data, infatti, è stata accolta un’eccezione sollevata dall’avvocato Giancarlo Visone, legale del Sugc, nel processo a carico di un ex collaboratore e del direttore del quotidiano “Roma”.
Tuttavia, non si sa ancora quando il presidente dell’Alta Corte, Giorgio Lattanzi, potrà fissare l’udienza pubblica in cui, prima di emettere il verdetto finale, sarà discussa la delicata questione in tema di libertà di stampa e di diritto di cronaca con riflessi anche sull’articolo 10 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo.
«Infatti, incredibilmente, – denuncia Franz – dopo ben quattro mesi, tra le 139 ordinanze giunte quest’anno a Roma da tutta Italia nella cancelleria di palazzo della Consulta manca ancora quella del Tribunale di Salerno. Che fine ha fatto? Si é forse persa?». (giornalistitalia.it)

 

I commenti sono chiusi