Approvato il bilancio 2020: perdita di oltre 44 milioni di euro. Prepensionati 24 giornalisti

Caltagirone Editore: Azzurra Caltagirone presidente

Azzurra Caltagirone

ROMA – Azzurra Caltagirone è stata eletta presidente del Gruppo Caltagirone Editore. Sarà affiancata dai vicepresidenti Alessandro Caltagirone e Francesco Caltagirone jr. Lo ha deciso il nuovo Consiglio di amministrazione eletto dall’assemblea ordinaria degli azionisti che ha anche approvato il bilancio 2020.

Francesco Gaetano Caltagirone

Presieduta dal cav. Francesco Gaetano Caltagirone si è, infatti, riunita oggi l’Assemblea ordinaria degli Azionisti della Caltagirone spa che, 
al fine di ridurre al minimo i rischi connessi all’emergenza sanitaria in corso, si è avvalsa della facoltà introdotta dall’art. 106, comma 4 del Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020, consentendo l’intervento dei Soci in Assemblea esclusivamente tramite il rappresentante designato dalla Società ai sensi dell’art. 135 undecies del Testo Unico della Finanza. Inoltre, considerata l’attuale situazione di emergenza epidemiologica da Covid-19 e nel rispetto dei fondamentali principi di tutela della salute, gli amministratori, i sindaci e gli altri soggetti legittimati hanno partecipato alla riunione assembleare in audio-video conferenza.

Il Messaggero in via del Tritone a Roma (Foto Giornalisti Italia)

L’Assemblea ha approvato il bilancio al 31 dicembre 2020 che si è chiuso, a livello consolidato, con ricavi complessivi per 1,43 miliardi di euro (1,47 miliardi di euro nel 2019). Il Margine operativo è stato positivo per 277,2 milioni di euro (272,6 milioni di euro nel 2019). Il Risultato netto, compresa la quota di pertinenza dei terzi, è stato pari a 85,4 milioni di euro (82,1 milioni di euro di euro al 31 dicembre 2019) di cui 44,8 milioni di euro di competenza del Gruppo (44,1 milioni di euro al 31 dicembre 2019). Il Patrimonio Netto complessivo è stato pari a 2,067 miliardi di euro (2,146 miliardi di euro al 31dicembre 2019) di cui 1,096 miliardi di euro di competenza del Gruppo (1,134 miliardi di euro al 31 dicembre 2019). 
Su proposta del Consiglio di Amministrazione, l’Assemblea ha deliberato un dividendo per l’esercizio 2020 pari a 0,07 euro per azione, invariato rispetto all’anno precedente. Il pagamento avverrà a partire dal 26 maggio 2021 con data 24 maggio 2021 per lo stacco della cedola e con record date alla data del 25 maggio 2021.

Il Messaggero (Foto Giornalisti Italia)

L’Assemblea ha, quindi, nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione per il triennio 2021-2023, che resterà in carica fino all’approvazione del Bilancio che si chiuderà il 31 dicembre 2023 e che sarà composto da 12 membri. Dalla lista di maggioranza presentata da Finanziaria Italia 2005 spa, sono stati eletti: Francesco Gaetano Caltagirone, Alessandro Caltagirone, Azzurra Caltagirone, Francesco Caltagirone, Nobile Francesca Comello, Saverio Caltagirone, Mario Delfini, Elena De Simone, Massimo Lapucci, Sarah Moscatelli e Filomena Passeggio. Dalla lista di minoranza, presentata dai seguenti gestori di fondi: Anima Sgr spa, Bancoposta Fondi spa Sgr, Eurizon Capital Sgr spa, Fideuram Asset Management Ireland e Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking Asset Management Sgr spa, è stato eletto Luciano Mozzato.
I consiglieri Massimo Lapucci, Sarah Moscatelli, Filomena Passeggio e Luciano Mozzato hanno dichiarato di possedere i requisiti di indipendenza.
L’Assemblea ha, infine, approvato la Relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi corrisposti predisposta dal Consiglio di Amministrazione.
(giornalistitalia.it)

Prepensionamento per 24 giornalisti 

Caltagirone Editore nel bilancio 2020 ha inserito, tra i costi del personale, 4,2 milioni di oneri ricorrenti e, in risposta alla domanda scritta del socio Giacomelli, che chiede chiarimenti per l’assemblea di bilancio, risponde e dettaglia la cifra che comprende:

Papa Francesco al Messaggero stringe la mano alla giornalista Rosalba Emiliozzi (foto Giornalisti Italia)

«1 milione per incentivi all’esodo, 800mila per soccombenze di lavoro e 2,4 milioni per lo stanziamento di riserve matematiche per il prepensionamento di circa 24 giornalisti nei 24 mesi successivi alla data di sottoscrizione dell’accordo sottoscritto nel giugno 2020».
Caltagirone Editore nella risposta aggiunge di non avere «alle dipendenze personale con contratto poligrafico» e che gli effetti eventuali sul bilancio 2021 non sono al momento prevedibili. Caltagirone Editore aggiunge di non essere ancora in grado di valutare l’effetto sui conti del gruppo derivante dall’accordo sottoscritto tra Google e gli editori per la remunerazione dei contenuti giornalistici. (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)
Il Gruppo Caltagirone è proprietario di sei testate con 32 redazioni locali e 611 dipendenti. Al quotidiano Il Messaggero, nel giugno 2020, è stato sottoscritto un accordo che prevede il prepensionamento di 20 giornalisti in due anni. (giornalistitalia.it)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *