Intervista a “Giornalisti Italia”: “In tempo di crisi salvaguardiamo l’informazione pulita”

Giornalisti: Siddi annuncia “un contratto di tenuta”

ROMA – La drammatica situazione dell’editoria ed il rinnovo contrattuale sono al centro dell’intervista del quotidiano “Giornalisti Italia”, curata da Renzo Santelli, al segretario generale della Fnsi, Franco Siddi. All’orizzonte si profila, infatti, “un contratto

leggi...
Tre i riconoscimenti: 5mila euro al vincitore, 3 e 2mila agli altri due classificati

Torna il Premio giornalistico dell’Agrofarma

MILANO – Al via la terza edizione del Premio giornalistico scientifico “Alimentiamo il nostro futuro, nutriamo il mondo. Verso Expo 2015”, promosso da Agrofarma, l’Associazione nazionale imprese agrofarmaci, sul tema dell’agricoltura sostenibile per diffondere una

leggi...
L’esclusione di Pino Rea dalla commissione provoca la reazione di 12 Assostampa

Odg, come ti “riforma” chi non fa il giornalista?

Pino Rea

Pino Rea

Cnog OdgROMA – Non dovremmo più stupirci di cosa accade al Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti dove, fatta salva una ormai irriducibile opposizione che – osteggiata su tutto – prova la strada della riforma, tutto sembra correre verso la giustificazione delle tesi di chi ne vorrebbe l’abolizione. Difficile riformarlo con una maggioranza che contraddice se stessa e snatura per interessi diversi (tutti meno quelli della categoria) la proposta di riforma elaborata dalla stessa. Non basta.

leggi...
Appassionato del Piacenza Calcio, è morto stamane a 44 anni per una malattia

Addio al giornalista Gianluca Perdoni

Gianluca Perdoni

Gianluca Perdoni

PIACENZA – Dolore e sgomento nel mondo del giornalismo piacentino per la scomparsa, a 44 anni, di Gianluca Perdoni, deceduto stamane in un ospedale milanese dove era stato ricoverato per un intervento chirurgico. Perdoni combatteva, dallo scorso autunno, con un

leggi...
Promozione sul campo per il vicedirettore che prende il posto di Gabriele Canè

Marcello Mancini direttore de “La Nazione”

Marcello Mancini

Marcello Mancini

La NazioneFIRENZE – Promozione sul campo per Marcello Mancini che, da vicedirettore, diventa direttore responsabile de “La Nazione”. Prende il posto di Gabriele Canè, che rimane nel quotidiano fiorentino della Poligrafici Editoriale con l’incarico di opinionista.
Nato a Castelfiorentino il 6 novembre 1956, giornalista professionista iscritto all’Ordine della Toscana dal 29 novembre 1988, Marcello Mancini ha esordito nella professione collaborando alle pagine fiorentine di “Paese Sera”, per poi passare a “La Nazione”

leggi...
Il dibattito ha evidenziato l’opportunità di armonizzare l’interpretazione delle norme

Probiviri Fnsi, riflessioni utili per il Congresso

Bruno Del Vecchio

Bruno Del Vecchio

ROMA – Il ruolo dei probiviri nel contesto della disciplina sindacale è stato affrontato e discusso ieri, 8 aprile, in una giornata di studio nella sala “Walter  Tobagi” della Federazione Nazionale della Stampa Italiana a Roma.
All’incontro, promosso dal Collegio Nazionale dei Probiviri della Fnsi e al quale il Comitato tecnico scientifico dell’Ordine dei giornalisti, ha assegnato quattro crediti formativi, hanno partecipato i Collegi probivirali regionali, rappresentanti delle Associazioni regionali di stampa

leggi...
Nella città calabrese il primo Distretto tecnologico di Cyber security di Poste Italiane

Cosenza diventa una “tecnocity” all’avanguardia

Poste ItalianeCOSENZA – Sarà Cosenza la sede del primo Distretto tecnologico di Cyber security di Poste Italiane Spa. Il progetto, finanziato dal Pon “Ricerca e Competitività 2007-2013”, è stato illustrato dal sindaco Mario Occhiuto e dall’assessore all’innovazione Geppino de Rose, e, per Poste Italiane Spa, da Stefano Grassi,  direttore della struttura difesa aziendale, e Rocco Mammoliti, responsabile della tutela aziendale e sicurezza delle informazioni.
Il Distretto sarà ubicato nello storico edificio delle Poste cosentine, le cosiddette Poste Vecchie di Piazza Crispi, destinatario di un consistente

leggi...
Dopo cinque anni al timone dell’agenzia di stampa che ha acquisito TMNews

Asca, Astori lascia la direzione a Mazzanti

Gianfranco Astori

Gianfranco Astori

Paolo Mazzanti

Paolo Mazzanti

ROMA – “Lascio la firma della testata e, con essa, la società editrice presso la quale venni assunto come praticante il 1 luglio 1978. E’ stata un’esperienza ricca e feconda, per la quale sono debitore ai tanti colleghi che mi hanno accompagnato, consentendomi una crescita umana e professionale importante”.  Queste le parole con cui il direttore dell’Asca, Gianfranco Astori, si è congedato dalla sua redazione dando seguito alla decisione di lasciare il gruppo editoriale Abete alla vigilia dell’acquisizione, da parte di Asca, del ramo di azienda relativo all’agenzia TMNews.

leggi...
L’assemblea proclama lo stato di agitazione ed affida al Cdr 5 giorni di sciopero

Rcs chiude Rcd, un “suicidio editoriale”

RcdMILANO – “Il digitale è il futuro, ma Rcs vuole annullare la Redazione Contenuti Digitali, prospettando la cassa integrazione per tutti i 15 giornalisti della testata”. La denuncia è del Comitato di redazione ricordando che “fino al 31 dicembre scorso, per l’unica realtà multimediale del gruppo che fornisce contenuti video per i siti Rcs, perfettamente allineata al piano di sviluppo annunciato nel 2012 dall’amministrazione delegato Pietro Scott Jovane, erano previsti investimenti e allargamento della pianta organica. Oggi la chiusura: più che una scelta inspiegabile, un suicidio editoriale”.

leggi...
Delegazione col segretario Siddi ed il vicesegretario Parisi davanti all’Ambasciata

Fnsi in piazza per la libertà di stampa in Turchia

Franco Siddi, Carlo Parisi e Giuseppe Di Pietro davanti all’Ambasciata turca a Roma

Franco Siddi, Carlo Parisi e Giuseppe Di Pietro davanti all’Ambasciata turca a Roma

ROMA – Una delegazione della Fnsi, guidata dal segretario generale Franco Siddi, assieme al vicesegretario Carlo Parisi e al presidente dell’Assostampa Molise, Giuseppe Di Pietro, ha partecipato oggi, in via Palestro a Roma, al sit-in davanti all’Ambasciata della Turchia per protestare contro i gravi atti ai danni dell’informazione in quel Paese e contro la politica censoria del presidente Erdogan.
Nel corso del sit-in si è alzata forte la denuncia contro il premier turco che governa in un clima di inaccettabili minacce alla libertà di stampa e di espressione.
Al centro di scandali finanziari gravissimi, Recep Tayyip Erdoğan ha tradito la democrazia imponendo la censura sui media. Ha oscurato i social network, irrigidito il controllo sulle televisioni e posto

leggi...
design   emme21