Nonostante la sentenza della Corte Costituzionale che ordina la rimozione del bando

Turchia: Twitter rimane bloccato

Twitter TurchiaANKARA (Turchia) – L’accesso a Twitter è sempre bloccato questa mattina in Turchia, all’indomani della sentenza della Corte Costituzionale che ha ordinato al governo del premier Recep Tayyip Erdogan di rimuovere il bando. La Consulta ha sancito che

leggi...
Di Thalia Hounta non si hanno più notizie da venerdì scorso. E’ stata rapita?

Atene: scomparsa una nota giornalista televisiva

Thalia Hounta

ATENE (Grecia) – La polizia ateniese sta conducendo serrate indagini per ritrovare la nota giornalista televisiva e sociologa greca Thalia Hounta, della quale non si hanno più notizie da venerdì scorso quando era uscita da casa per recarsi al Pireo per un

leggi...
L’evento promosso dalla Società Dante Alighieri il 22 aprile con D’Alema e Sansonetti

Roma ricorda Ugo Baduel e la sua Unità

Enrico Berlinguer con l’Unità

Enrico Berlinguer con l’Unità

ROMA – Il 22 aprile prossimo ricorrerà il venticinquesimo anniversario della morte di Ugo Baduel, giornalista e scrittore. In quest’occasione la Società Dante Alighieri assieme a I Parchi letterari, ha organizzato per martedì 15 aprile alle ore 10, nella sua sede di Piazza Firenze 27, a Roma, una mattinata in suo ricordo dal titolo “Ugo Baduel, uomo libero”.
Interverranno Massimo D’Alema, Sandro Gerbi, Enzo Golino, Piero Sansonetti, Aldo Tortorella e Chiara Valentini. La moglie, Laura Lilli, e la figlia Alessandra Baduel lo ricorderanno in chiave personale.
Verrà letto un ricordo su Ugo Baduel scritto da Walter Veltroni. Modererà

leggi...
Il Tribunale del Cairo boccia la richiesta di libertà su cauzione. Processo il 10 aprile

I giornalisti di Al Jazeera rimangono in carcere

Al JazeeraIL CAIRO (Egitto) – È stata respinta la richiesta di libertà su cauzione per i giornalisti di “al-Jazeera English” in carcere da circa 100 giorni in Egitto. Lo ha riferito la stessa emittente del Qatar, precisando che la richiesta avanzata dai legali dei tre reporter – Peter Greste, Mohamed Fahmy e Baher Mohamed – è stata bocciata dal giudice del tribunale del Cairo davanti al quali si sono presentati, stamani, per la quarta udienza del processo che li vede imputati.
I tre giornalisti sono accusati di aver diffuso notizie false e di aver sostenuto i Fratelli Musulmani, inseriti

leggi...
Solidarietà del Cdr dell’Ora della Calabria al collega del Quotidiano, Michele Inserra

Le querele come strumento intimidatorio

Ora della CalabriaIl Quotidiano della CalabriaRENDE (Cosenza) – Il Comitato di redazione dell’Ora della Calabria” esprime solidarietà al collega Michele Inserra. Al di là delle parole di pessimo gusto che il consigliere Naccari Carlizzi ha riservato al cronista del Quotidiano, questa vicenda conferma come sia sempre più viva, in una certa classe politica, la tentazione di utilizzare le querele

leggi...
Il Cdr esprime solidarietà al collega “oggetto di parole truci e minacciose”

Il Quotidiano non si fa intimidire da Naccari Carlizzi

Il Quotidiano della Calabria

Demetrio Naccari Carlizzi

Demetrio Naccari Carlizzi

REGGIO CALABRIA – Il Comitato di redazione del Quotidiano della Calabria esprime solidarietà al collega Michele Inserra che è stato oggetto di parole truci e minacciose pronunciate contro di lui dal consigliere regionale del Pd, Demetrio Naccari Carlizzi.
Naccari Carlizzi ha, ovviamente, tutto il diritto di presentare ricorsi, querele, chiedere danni, ma non certo di utilizzare un linguaggio truce che offende chi svolge con onestà il proprio lavoro e decisamente fuori luogo verso chi vive un dramma delicato quale quello della donazione degli organi.

leggi...
Erdogan vince e il governo allunga le mani su “Big G” per sorvegliare gli utenti

La Turchia blocca anche i server di Google

Il premier turco Recep Tayyp Erdogan

ANKARA (Turchia) – La Turchia sta intercettando e bloccando i Google Domain Name System (Dns), ovvero i server che collegano l’indirizzo testuale di un sito web (come twitter.com) al suo corrispondente

leggi...
Javier Espinosa e Ricardo Garcia Vilanova erano stati rapiti 6 mesi fa

Siria: liberati i due giornalisti spagnoli

Ricardo Garcia Vilanova (a sinistra) e Javier Espinosa

DAMASCO (Siria) – Liberati in Siria due giornalisti spagnoli: l’inviato in medio oriente di “El Mundo”, Javier Espinosa e il giornalista e fotografo free lance Ricardo Garcia Vilanova. Ne da notizia il sito de “El Mundo” spiegando che è stato lo stesso Espinosa ad avvertire con una telefonata in

leggi...
I giornalisti, in sciopero, denunciano “un’inaccettabie forzatura”, ma la società nega

Adnkronos, è ancora scontro tra azienda e Cdr

AdnkronosROMA – L’Assemblea dei giornalisti dell’Agenzia Adnkronos e di Mak-Multimedia Adnkronos, oggi in sciopero, si è riunita nella sede dell’Associazione Stampa Romana dopo la rottura del tavolo di trattativa istituito presso la Fieg, a seguito della procedura di licenziamento collettivo di 20 giornalisti e 3 poligrafici avviata dall’editore Giuseppe Marra lo scorso 27 gennaio.
Al tavolo, l’Azienda ha ancora una volta tentato una inaccettabile forzatura. E’ stata usata l’arma di pressione dei licenziamenti per stravolgere istituti contrattuali, cancellare parti significative del reddito dei giornalisti e imporre a tappe forzate una nuova organizzazione del lavoro, sulla quale ai Cdr non è ancora stata fornita alcuna indicazione.
L’Azienda, inoltre, non fornisce indicazioni concrete riguardo ai progetti e alle prospettive di rilancio, che per il prossimo futuro mettano al riparo la Redazione dal rischio di tagli occupazionali e nuovi e dolorosi sacrifici.
Nel corso della trattativa, i Comitati di redazione, assistiti dalla Federazione nazionale della

leggi...
“Misure amministrative” contro il sito dei video. Erdogan lo aveva detto...

Turchia: dopo Twitter, bloccato anche Youtube

You TubeANKARA (Turchia) – Dopo Twitter anche YouTube, il sito dedicato ai video di proprietà di Google, è stato bloccato in Turchia. L’autorità per le telecomunicazioni ha optato per “misure amministrative” contro il sito “dopo analisi tecniche e considerazioni legali” esattamente una settimana dopo quella contro il sito di microblogging. La mossa intensificherà sicuramente critiche domestiche ed internazionali a tre giorni da elezioni locali.
L’annuncio pubblicato sul sito dell’autorità tlc arriva poche ore dopo la diffusione su YouTube di una registrazione che ha l’intento di diffondere la conversazione tra il ministro degli esteri turco, il capo dei servizi segreti e un generale in merito a quelli che sembrano diversi scenari che potrebbero portare a un attacco turco contro militanti jihadisti in Siria.
In più occasioni il primo ministro Recep Tayyip Erdogan aveva ribadito che YouTube sarebbe stato bloccato a meno che non si attenesse alle leggi turche. Non è la prima volta che

leggi...
design   emme21