Ennesimo discutibile bando della società controllata al 99,9% dalla Regione Siciliana

Aeroporto di Trapani cerca addetto stampa

L’Aeroporto “Vincenzo Florio” di Trapani Birgi

TRAPANI – Manifestazione di interesse dell’Airgest spa, la società di gestione dell’Aeroporto “Vincenzo Florio” di Trapani Birgi di cui la Regione Siciliana è azionista al 99,9%, per il «Conferimento dell’incarico di addetto stampa e
 alla comunicazione e promozione».
Nell’oggetto dell’incarico “a titolo solo esemplificativo e non già esaustivo”, viene elencata una lunga serie di “compiti che l’incaricato dovrà svolgere”, si precisa che si tratta di attività “in piena autonomia, senza vincoli di subordinazione”, ma si sottolinea “sulla base delle disposizioni ed indirizzi forniti dal Management e dalla Direzione Generale di Airgest spa” che il lavoro “comporterà, in ogni caso, la partecipazione agli incontri a rilevanza istituzionale e agli eventi promossi”.
L’incarico è di 12 mesi, rinnovabili, e prevede un compenso annuale onnicomprensivo offerto di 8mila euro, oltre ogni onere previsto per legge, di cui 1000 quale importo massimo che verrà riconosciuto per le spese di viaggio (con mezzo proprio o con mezzo pubblico di trasporto) vitto ed alloggio.
La liquidazione del compenso avverrà “su presentazione di regolare documentazione fiscale da parte dell’interessato, accompagnata da una relazione sull’attività svolta”, pertanto, anche se non espressamente indicato, si tratta di prestazione “a fattura”.
Tra i requisiti richiesti: iscrizione all’Ordine dei giornalisti (elenco professionisti o pubblicisti) e laurea. In particolare: di vecchio ordinamento, specialistica o magistrale in scienze della comunicazione, in relazioni pubbliche e altre lauree con indirizzi assimilabili, ovvero: per i laureati in discipline diverse possesso del titolo di specializzazione o di perfezionamento post-laurea o di altri titoli post-universitari rilasciati in comunicazione o relazioni pubbliche e materie assimilate da università ed istituti universitari pubblici e privati, ovvero di master in comunicazione e giornalismo.
Ma non basta. Servono: documentata esperienza professionale di almeno 2 anni presso altro ente (pubblico e/o privato) per medesime attività oggetto dell’avviso; comprovata conoscenza in ambito giornalistico e/o dei settori della comunicazione, dei media regionali, nazionali ed internazionali, e della promozione; conoscenza della lingua inglese, parlata e scritta, e di almeno un’altra lingua straniera che dovrà essere indicata dal candidato tra francese, spagnolo, tedesco, arabo e cinese; ottime capacità di utilizzo degli strumenti informatici e dei social network; qualità di libero professionista, in possesso di partita Iva, o impegno ad operare in qualità di libero professionista e ad attivare partita Iva in caso di affidamento dell’incarico.
La domanda di partecipazione, nelle modalità e con gli allegati indicati nel bando,  dovrà pervenire a mezzo posta elettronica certificata entro le ore 12 del 22 settembre 2019.
A seguito della selezione, esaurita la fase di ammissione, verrà stilato un elenco degli idonei dal quale attingere per individuare i candidati che verranno invitati ad un eventuale colloquio curato dal Consiglio di amministrazione di Airgest. (giornalistitalia.it)

PER CHI AVESSE VOGLIA DI PARTECIPARE:
Il bando
Il modello di domanda

 

 

I commenti sono chiusi