Storico inviato del quotidiano partenopeo, ha raccontato l’Italia. Aveva 74 anni

Addio a Raffaele Indolfi, un “pezzo” del Mattino

Raffaele Indolfi

Raffaele Indolfi

NAPOLI – Il Mattino piange il suo Fefè,“il mitico Fefè”, scrivono i colleghi del quotidiano partenopeo nel dare la notizia della scomparsa di Raffaele Indolfi, avvenuta all’ospedale Gemelli di Roma. Si era trasferito, da tempo, nella capitale.
«Un altro pezzo di storia del Mattino è andato via», sottolineano, con tristezza, i giornalisti che hanno lavorato al suo fianco e ricordano Indolfi come “sornione, ironico, acuto: Fefè era un fine intellettuale, ma lui se ne scherniva”.
Nato a Somma Vesuviana 74 anni fa, Raffaele Indolfi – una passione per le lettere e le lingue antiche, che insegnava in privato – e aveva cominciato la sua carriera scrivendo per “l’Avanti” per poi passare a “Diario”, il quotidiano napoletano che durò il tempo di un lampo, ma produsse tanti professionisti che hanno saputo farsi largo nel giornalismo.
Lui, Fefè, divenne professionista nel 1982 e poco dopo fu assunto, insieme con altri colleghi di “Diario”, al Mattino. Gli inizi in cronaca di Napoli – raccontano i colleghi – ma la sua aspirazione era fare l’inviato. E ci riuscì già con il direttore Pasquale Nonno.
“Si faceva voler bene, Fefè, – ricordano al quotidiano di Napoli – che con Franco Mancusi, scomparso due anni fa, costituiva il tandem di socialisti del Mattino fedeli al ricordo di De Martino”.
Sigaro toscano sempre tra le labbra, Raffaele Indolfi raccontò tanti dei fatti di cronaca che, in questi anni, ha fatto sobbalzare l’Italia, dalla vicenda di Erika e Omar – a Novi Ligure per seguirla, “rimase impantanato nella neve con l’auto priva di catene. Imprecò tutta la notte, – sorridono i colleghi del Mattino – ma poi riuscì ad arrivare per coprire il servizio”.
E, ancora, la strage di Capaci, il terrorismo, prima di godersi trasferte più leggere: le finali di Miss Italia. Nove anni fa, la pensione, che Indolfi accolse, però, con scarsa gioia. Aveva 65 anni e si trasferì a Roma insieme alla sua compagna, Ida Molaro, anche lei giornalista, a Mediaset. (giornalistitalia.it)

I commenti sono chiusi