Giancarlo Minicucci (foto Il Messaggero)

LECCE – Si è spento all’ospedale di Tricase (Lecce), all’età di 67 anni, Giancarlo Minicucci, già direttore del Nuovo Quotidiano di Puglia e vicedirettore del Messaggero. Era stato ricoverato in seguito a un malore ed operato d’urgenza. Sembrava essersi ripreso e invece il cuore non ha retto.
Nato all’Asmara, Minicucci era in pensione da alcuni anni e viveva nel Salento, a Roca. Lascia la moglie e tre figli.
Una lunga carriera, quella di Giancarlo Minicucci, iniziata e proseguita all’interno del Messaggero di Roma, dove ha fatto l’inviato, il capocronista, il capo di Interni e Giudiziaria. Poi caporedattore centrale e responsabile della redazione di Pescara.
Il 19 luglio del 1999 l’editore, Francesco Gaetano Caltagirone, lo scelse per la direzione del Quotidiano di Brindisi, Lecce e Taranto, giornale da poco entrato a far parte del gruppo che fa capo al Messaggero. Sotto la sua direzione il giornale modificò parzialmente il nome della testata, divenendo il Nuovo Quotidiano di Puglia. Fu aperta anche una redazione a Bari. Nell’ottobre del 2009, un anno dopo la trasformazione in full color del giornale, Minicucci lasciò la direzione a Claudio Scamardella e tornò al Messaggero da vicedirettore. (giornalistitalia.it)

Comments are closed.