Il Comune di San Zenone degli Ezzelini vuole una giornalista sempre reperibile, ma...

Addetto stampa 24 ore su 24 a 4mila euro l’anno

Il Municipio di San Zenone degli Ezzelini

SAN ZENONE DEGLI EZZELINI (Treviso) – Selezione comparativa di un incarico professionale di “Addetto alla Comunicazione ed Informazione per le attività di comunicazione esterna” del Comune di San Zenone degli Ezzelini, (7392 abitanti) guidato dal sindaco Fabio Marin, “così come disposto dalla Legge n. 150/2000”. L’evocata legge, però, viene pienamente rispettata solo nella parte relativa alla partecipazione: ammessi alla selezione sono, infatti, tutti i giornalisti (professionisti e pubblicisti) che presenteranno domanda, comprensiva degli allegati richiesti nel bando, entro le ore 12 di venerdì 22 novembre 2019 a mano, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno o per posta elettronica certificata.
Quanto alla natura dell’incarico, il bando specifica che “sarà espletato personalmente dall’incaricato in piena autonomia, senza vincolo di subordinazione, sulla base delle disposizioni e indirizzi forniti dal Responsabile dell’Area Servizi alla Persona del Comune, cui è affidata la Comunicazione Istituzionale e il Notiziario Comunale e dall’Amministrazione comunale”. E che sia un incarico di lavoro autonomo lo si evince dalla richiesta di “possesso di partita Iva ovvero impegno ad operare in qualità di libero professionista e ad attivare partita Iva in caso di affidamento di incarico”.

Il sindaco Fabio Marin

Incarico “lavoro autonomo” che, però, comporterà, tra l’altro, la “partecipazione agli incontri di rilevanza istituzionale e agli eventi promossi dall’Amministrazione o realizzati in collaborazione con la stessa” e consentirà al professionista di “avvalersi delle risorse strumentali, strettamente necessarie all’attività del Comune di San Zenone degli Ezzelini”. Ma non basta. Il lavoratore “autonomo” “dovrà, altresì, garantire la reperibilità 24 ore su 24, assicurando la sostituzione in caso di assenza”. Per fare cosa è scritto nel bando stesso: “gestione dei rapporti con gli organi di informazione (giornalisti e operatori di testate giornalistiche, radiofoniche e televisive); cura dell’informazione inerente l’attività dell’amministrazione e del suo vertice istituzionale; redazione, diffusione ed archiviazione di comunicati stampa riguardanti l’attività dell’ente (al bisogno e comunque con una media approssimativa di 1 a settimana); organizzazione di conferenza stampa (al bisogno e comunque con un numero massimo di 20 all’anno); organizzazione, cura e gestione delle attività di redazione e pubblicazione di newsletter o altri prodotti di comunicazione ed informazione, per la pubblicizzazione delle attività istituzionali e delle iniziative dell’ente; redazione testi per sito istituzionale del Comune; supporto stampa in occasione di manifestazione pubbliche ed eventi realizzati dall’ente; cura della comunicazione mediante social network utilizzati dall’ente; realizzazione, cura e contenuto del notiziario comunale; predisposizione della rassegna stampa; realizzazione e sviluppo filmati tematici; ogni altra attività richiesta dall’Amministrazione Comunale in ordine all’oggetto; predisposizione di contenuti grafici per la stampa di locandine, volantini, pieghevoli”.
La durata dell’incarico è fissata in 2 anni, dal 1 gennaio 2020 e sino al 31 dicembre 2021, eventualmente rinnovabile fino ad un massimo di due ulteriori annualità, dunque sino al 31 dicembre 2023.
Il compenso annuo forfettario previsto per svolgere tutto questo lavoro “ammonta ad € 4.000,00, oltre ad ogni onere previsto per legge, incluse eventuali spese di spostamento e/o altro. Fino a concorrenza di tale importo dovranno essere svolte le attività concordate con l’amministrazione e nel rispetto del tariffario professionale della categoria dei giornalisti professionisti”.
La liquidazione del compenso, spiega ancora in Comune di San Zenon e degli Ezzelini, “sarà effettuata, anche in modo frazionato, su presentazione di regolare documentazione fiscale, accompagnata da breve relazione sull’attività svolta.
La selezione sarà effettuata da una Commissione, nominata dal Segretario Comunale e presieduta dal Responsabile dell’Area Servizi alla Persona, all’interno della quale è assegnato il Servizio Comunicazione Istituzionale, sulla base del curriculum culturale e professionale (massimo 70 punti) e del colloquio (massimo 30 punti). Per la cronaca, la laurea in Scienze della comunicazione verrà valutata 15 punti, tutte le altre 5. (giornalistitalia.it)

PER PARTECIPARE:
Il bando
Il modello di domanda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *