L’Ordine della Campania: “Dignità compromessa, incompatibile la sua permanenza”

Abusi su minore: l’Odg radia don Michele Mottola

Don Michele Mottola intervistato da “Le Iene” dopo la denuncia della bambina

NAPOLI – È stato radiato dall’Albo dei giornalisti, elenco pubblicisti, don Michele Mottola, il sacerdote di Trentola Ducenta (Caserta) condannato a 9 anni di carcere per abusi sessuali su minore.

Ottavio Lucarelli

“Con decisione del primo ottobre il Consiglio di Disciplina Territoriale dell’Ordine dei Giornalisti della Campania – comunica lo stesso Odg guidato da Ottavio Lucarelli – ha radiato dall’Albo, elenco pubblicisti, Michele Mottola. Le ammissioni fatte durante la fase processuale e la condanna a nove anni per abusi sessuali su minore hanno reso, in base all’articolo 55 della legge professionale 69/1963, incompatibile la sua permanenza nell’Albo avendo, con la sua condotta, gravemente compromesso la dignità professionale”.
Accusato di abusi sessuali su una bambina di 13 anni, che aveva registrato tutto con il suo telefonino, don Mottola è stato condannato dal tribunale di Napoli Nord.
Era stato lo stesso ex parroco di Trentola Ducenta a confessare, dopo la denuncia della minore, le proprie responsabilità al vescovo Angelo Spinillo di Aversa e fu, quindi, la Diocesi ad avvisare la Procura. Poi il processo e la condanna in primo grado a cui, ora, si aggiunge la radiazione dall’Ordine dei giornalisti. (giornalistitalia.it)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *