Confindustria Romagna premia anche Agnese Pini, Franco Di Mare e Antonio Polito

A Ferruccio de Bortoli il “Guidarello” ad honorem

Ferruccio de Bortoli

RAVENNA – Sarà assegnato al giornalista e scrittore Ferruccio de Bortoli, presidente della casa editrice Longanesi e già direttore di Corriere della Sera e Sole24Ore, il “Guidarello ad honorem” della 48esima edizione del Premio per il giornalismo d’autore organizzato da Confindustria Romagna.
«Abbiamo voluto attribuire il nostro riconoscimento a un testimone privilegiato ed estremamente qualificato dei profondi cambiamenti che caratterizzano la comunicazione pubblica nei nostri tempi», dice il presidente degli industriali romagnoli, Paolo Maggioli.
La cerimonia di consegna si terrà al Teatro Alighieri di Ravenna sabato 23 novembre e sarà condotta da Bruno Vespa, che presiede la giuria nazionale.

Agnese Pini

Per il giornalismo nazionale, la sezione società premia la cronista Agnese Pini, che da agosto guida La Nazione, prima donna in 160 anni di storia del quotidiano.
Nella sezione Cultura, riconoscimento al vicedirettore del Corriere della Sera Antonio Polito “per la raffinatezza delle sue analisi che cercano di scuotere il mondo politico dalla confusione in cui è spesso impigliato”.
Per la sezione Tadio/tv, premio a Franco Di Mare, vicedirettore di Rai1, già corrispondente di guerra nelle aree più calde del mondo. Premio “Guidarello turismo”, poi, al comico Paolo Cevoli per la web serie “Romagnoli dop”, progetto realizzato con la Regione Emilia-Romagna e Visit Romagna.
Per il Giornalismo Romagna, infine, premi a Roberto Gagnor e Giampaolo Soldati per l’episodio “Pico di Bisanzio e il mosaico barbaro” pubblicato su Topolino; a Fiorenzo Landi per il saggio “Paolo Fabbri storico”, che tratteggia l’opera del geografo recentemente scomparso Asu “Ravenna studi e ricerche”; a Francesca Fialdini e Angela Rafanelli per il programma “In viaggio con lei: Rimini” trasmesso su Rai3. (ansa)

I commenti sono chiusi