Lo Stato ha sbagliato le previsioni del 250%: costerà ben 169 milioni di euro in più!

1000 euro esentasse per baby sitter e domestici

ROMA – Lo Stato ha mal calcolato le previsioni di spesa per fronteggiare il costo del bonus di 1.000 euro esentasse, connesso all’emergenza da pandemia Coronavirus Covid-19, che sarà erogato dall’Inps in favore di baby sitter e lavoratori domestici. Cinque mesi fa era stato previsto un costo di appena 67 milioni 600 mila euro in base all’articolo 25, comma 5, del decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18, convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27.

Pierluigi Roesler Franz

Ma a conti fatti la spesa é aumentata addirittura del 250% passando a 236 milioni 600 mila euro con una differenza in più addirittura di 169 milioni di euro, pari a 327 miliardi vecchie lire! Tutt’altro che una bazzecola!
La clamorosa sorpresa é contenuta nell’art. 21 del decreto-legge n. 104 del 14 agosto 2020, pubblicato sul Supplemento n. 30/L alla Gazzetta Ufficiale n. 203 del 14 agosto 2020.
Nell’articolo 13 dello stesso decreto si dà, invece, notizia che il bonus di 1000 euro esentasse Covid-19, concesso per il mese di maggio 2020 a circa 10 mila giornalisti iscritti all’Inpgi 2, a circa 140 mila avvocati e ad altri 380 mila liberi professionisti in difficoltà economiche (medici, ingegneri, architetti, dottori commercialisti, ragionieri, geometri, notai, ecc.) costerà allo Stato ben 530 milioni di euro. (giornalistitalia.it)

Pierluigi Franz

LEGGI ANCHE:
Inpgi 2: in erogazione il Bonus di maggio

I commenti sono chiusi