L’unica risposta possibile ai 69 licenziamenti dichiarati dalla proprietà

Telecity: 95% di adesione allo sciopero

TelecityALESSANDRIA – “Con l’adesione pressochè totale allo sciopero (95%) indetto nelle cinque sedi del circuito Telecity, è stata data l’unica risposta possibile ai 69 licenziamenti dichiarati dalla proprietà, che non ha fatto nulla per rilanciare il progetto editoriale, vanificando i sacrifici sopportati negli ultimi quattro anni dalle lavoratrici e dai lavoratori a causa degli ammortizzatori sociali”.
Lo affermano le Segreterie nazionali e territoriali di Fnsi, Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil, secondo le quali “la proprietà dovrebbe spiegare per quale

leggi...
Dall’esplosione di una mina a Mosul durante un servizio tv. Ferito l’operatore di Rudaw

Uccisa la giornalista Shifa Gardi, 30 anni

Shifa Gardi

Shifa Gardi

MOSUL (Iraq) – La giornalista Shifa Gardi, 30 anni, responsabile dei notiziari dell’emittente televisiva satellitare curdo-irachena Rudaw è stata uccisa, oggi pomeriggio, mentre seguiva i combattimenti in corso a Mosul, nel nord

leggi...
In Toscana una proposta di legge dei consiglieri M5S modifica l’attuale disciplina

Corecom Toscana: si ampliano le incompatibilità

Corecom ToscanaFIRENZE –  Si amplia il regime di incompatibilità per i componenti del Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom) della Regione Toscana. All’unanimità la commissione Affari istituzionali, presieduta da Giacomo Bugliani (Pd) ha licenziato con parere favorevole una proposta di legge

leggi...
Firmato l’accordo Azienda e Assostampa per contratti a tempo indeterminato

Radio Sportiva assume 11 giornalisti

Sandro Bennucci

Sandro Bennucci

Radio SportivaFIRENZE – La vertenza di Radio Sportiva si è conclusa oggi con la firma, al tavolo dell’Unità di crisi della Regione Toscana dell’accordo fra la proprietà, società Priverno srl, rappresentata dall’amministratore delegato Marzia Boddi, e l’Associazione Stampa Toscana, rappresentata dal presidente Sandro

leggi...
Nonostante il servizio di vigilanza entrano indisturbati anche in redazione

I ladri “visitano” la sede Rai di Trento

Tgr Trentino Alto AdigeTRENTO – Nonostante il servizio di vigilanza della “Ronda Altoatesina”, i ladri sono entrati indisturbati nella sede Rai di Trento soffermandosi, in particolare, nella redazione della Tgr. La “visita” dei locali di via Fratelli Perini 141 è avvenuta, ieri notte, ad opera dei ladri che si sono introdotti nell’edificio forzando, con un piede di porco, una porta-finestra del primo piano attraverso un terrazzo adiacente.
La prima sosta i malviventi l’hanno fatta nel locale ristoro che ospita le macchinette automatiche del caffè

leggi...
“Un danno i compensi fuori controllo, ma anche rigidamente sotto i 240mila euro”

Siddi: “La Rai non insegua gli eccessi del calcio”

Franco Siddi

Franco Siddi

ROMA – “Una interpretazione secca delle norme sul tetto alle retribuzioni può creare scompensi all’Azienda impedendole di avere le risorse migliori, fermo restando che abbiamo anche il dovere di far crescere nuovi talenti e di consolidare una impostazione remunerativa calmieratrice di un mercato finito un po’ fuori quadro che rischia di finire per inseguire gli eccessi del calcio”. Il consigliere d’amministrazione della Rai Franco Siddi spiega così all’Adnkronos la sua posizione in materia di tetto ai compensi, con particolare riferimento a quelli degli artisti.
“Io credo – afferma Siddi – che il Governo si renda conto che l’interpretazione rigida della norma può creare problemi di

leggi...
Pioniere dell’emittenza radiotelevisiva privata, anima di Radiolina e Videolina

Addio Giangiacomo Nieddu, padre delle tv sarde

Giangiacomo Nieddu (foto L’Unione Sarda)

Giangiacomo Nieddu (foto L’Unione Sarda)

CAGLIARI – Lutto nel mondo del giornalismo sardo: è morto a Cagliari Giangiacomo Nieddu, pioniere dell’informazione radiotelevisiva dell’emittenza privata. Nieddu era nato a Macomer e avrebbe compiuto 80 anni tra due giorni.
Una carriera lunghissima, la sua, iniziata nel 1975 a Radiolina, che lo vide primo direttore della radio — la prima emittente radiofonica locale del territorio e la prima radio libera della Sardegna – e del suo notiziario.

leggi...
Licenziamenti e chiusura delle sedi di Torino e Genova. La Fnsi: “Incomprensibile”

Telecity, Telestar, Italia 8: via il 60% dei lavoratori

telecityROMA – Licenziamento per il 60% dei lavoratori di Telecity, Telestar, Italia 8 e chiusura delle sedi di Torino e Genova. Lo ha deciso la famiglia Tacchino, unica proprietaria del gruppo Telecity, nato nel 1976 a Castelletto d’Orba

leggi...
Concreta ipotesi di trasferimento. L’assemblea dei Cdr proclama 3 giorni di sciopero

Mediaset come Sky: fuga da Roma per Milano

MediasetROMA – “Un pacchetto di tre giorni di sciopero contro l’ipotesi di ridimensionamento del centro produttivo Mediaset di Roma Palatino e il conseguente trasferimento del personale a Milano. Dopo Sky, dunque, tocca a Mediaset fare i conti con l’idea di abbandonare la Capitale per concentrare la produzione a Milano.
Ad affidarlo ai Comitati di redazione del Tg5 e delle redazioni romane di News Mediaset, Tgcom24 e Videonews, sono stati i giornalisti riuniti in assemblea congiunta per confrontarsi sull’attuale situazione e sulle

leggi...
Lo stallo aggrava l’incertezza e le difficoltà della quasi totalità delle aziende italiane

Fnsi: “Il Mise sblocchi i contributi per le Tv locali”

Fnsi MiseROMA – “Preoccupazione per il ritardo con cui il Governo sta procedendo ad emanare i decreti attuativi della legge di riforma dell’editoria” è stata espressa dai giornalisti del Dipartimento Emittenza locale della Fnsi riuniti, oggi a Roma, alla presenza del segretario generale, Raffaele Lorusso, del segretario generale aggiunto Carlo Parisi e della coordinatrice Daniela Scano.
Tale situazione aggrava l’incertezza e le difficoltà della quasi totalità delle aziende del settore dell’emittenza televisiva locale, già duramente provate dalla lunga recessione e sempre più impossibilitate ad assicurare il mantenimento dei livelli

leggi...
design   emme21