Per il governo Elias Karram avrebbe “una parte attiva” nel conflitto con la Palestina

Israele revoca l’accredito al capo di Al Jazeera

Elias Karram, capo corrispondente di Al Jazeera a Gerusalemme

Elias Karram, capo corrispondente di Al Jazeera a Gerusalemme

GERUSALEMME (Israele) – Il direttore dell’Ufficio stampa del governo israeliano, Nitzan Chen, ha revocato l’accredito al capo corrispondente in Israele di Al Jazeera, Elias Karram, in attesa che venga ascoltato su alcune

leggi...
Maggiorazioni e riposo compensativo previsti per chi presta eccezionalmente servizio

Cosa spetta al giornalista che lavora a Ferragosto

FerragostoROMA – Cosa spetta ai giornalisti che lavorano a Ferragosto? Escono, infatti, solo i quotidiani del mattino e le rivendite saranno aperte sino alle ore 13. Mercoledì 16 agosto, quindi, nessun giornale sarà pubblicato e le rivendite potranno chiudere per l’intera giornata. Le pubblicazioni riprenderanno normalmente giovedì 17 agosto. Il 15 agosto, pertanto, i giornalisti non sono tenuti a prestare la loro opera. Lo ricorda il segretario generale aggiunto della Fnsi, Carlo Parisi, evidenziando che nel caso ciò dovesse, eccezionalmente, avvenire, specialmente nell’emittenza radio-televisiva, i contratti di lavoro prevedono opportune maggiorazioni retributive, oltre al giorno di riposo

leggi...
La giornalista Sophie Haworth parlava di sport, ma qualcun altro guardava un porno

Bbc: sfondo a luci rosse per il Tg

BBC pornoLONDRA (Gran Bretagna) – Gaffe in diretta tv durante il telegiornale della Bbc. Ieri sera, nel corso dell’edizione delle 22, un dipendente dell’emittente televisiva inglese è stato beccato a guardare un film porno. La giornalista

leggi...
Il direttore del Tg di Video Sicilia di Alcamo stroncato da un infarto. Domani i funerali

Muore a 56 anni il giornalista Antonio Pignatiello

Antonio Pignatiello

Antonio Pignatiello

ALCAMO (Trapani) – Giornalismo siciliano in lutto per la scomparsa, ieri sera, a soli 56 anni, di Antonio Pignatiello, colpito da un infarto fulminante, dopo aver subito, di recente, un intervento al cuore in angioplastica.
Giornalista e scrittore di Alcamo, città con la quale aveva un “rapporto di amore e odio” – diceva –, convinto che la sua città, “in cui non esiste la meritocrazia”, non gli avesse restituito ciò che lui le aveva sempre dato, Pignatiello era direttore del Tg della locale emittente televisiva Video Sicilia.
Una lunga carriera nell’informazione regionale, la sua: circa 30 anni di attività nelle emittenti locali Alpa Uno e Video Sicilia e, prima, collaborazioni con “Avvenimenti” e “L’Ora” nella versione più recente, oltre che con un’altra tv, l’emittente regionale Cinquestelle.

leggi...
Nel nuovo regolamento approvato dal Governo che trasferisce le competenze al Mise

Contributi Tv: stretta ai furbetti, ma il lavoro latita

digitale terrestreROMA – Il Consiglio dei Ministri, riunito a Palazzo Chigi, ha approvato, su proposta del presidente Paolo Gentiloni, del ministro per lo sport con delega all’editoria Luca Lotti e del ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda

leggi...
Presto i sigilli agli uffici di Gerusalemme: l’accusa è di “fiancheggiamento”

Israele chiude al Jazeera: giornalisti “terroristi”

al JazeeraGERUSALEMME (Israele) – Israele si accinge a chiudere gli uffici di al Jazeera a Gerusalemme e a revocare le credenziali dei suoi giornalisti. Lo ha reso noto l’emittente precisando che l’annuncio è giunto domenica

leggi...
L’accordo che porta il Giornale di Sicilia sotto il controllo della Gazzetta del Sud

La svolta per salvare i quotidiani in Sicilia

Da sinistra: Giuseppe Vicari, Rosy Ardizzone, Lino Morgante, Antonio Ardizzone, Federico Ardizzone e Giada Ardizzone

Da sinistra: Giuseppe Vicari, Rosy Ardizzone, Lino Morgante, Antonio Ardizzone, Federico Ardizzone e Giada Ardizzone

PALERMO – Come anticipato stanotte, alle 0.22, da Giornalistitalia.it, dopo 157 anni lo storico quotidiano palermitano Giornale di Sicilia non sarà più proprietà esclusiva della famiglia Ardizzone, ma sarà controllato dal

leggi...
Lorusso (Fnsi): “Non basta revocare i contributi alle tv che diffondono false notizie”

“Bene contrastare le fake news, ma il lavoro?”

Raffaele Lorusso

Raffaele Lorusso

ROMA – «Il regolamento sui contributi all’emittenza locale approvato dalle commissioni Trasporti e Cultura della Camera introduce principi interessanti e sicuramente innovativi, ma non segna alcuna inversione di tendenza sul versante del contrasto al lavoro irregolare e alla lotta al precariato».
A dirlo è il segretario generale della Federazione nazionale della stampa, Raffaele Lorusso, che incalza: «La revoca dei contributi in caso di diffusione di notizie false è un passo in avanti nella lotta ad un fenomeno che non ha niente a che vedere con l’informazione, ma è fuori contesto perché il contrasto alle fake news va accompagnato da norme di sistema ugualmente urgenti – vedi

leggi...
Alla Ses di Lino Morgante il pacchetto di maggioranza del quotidiano palermitano

Il Giornale di Sicilia è della Gazzetta del Sud

Giornale di Sicilia Gazzetta del SudMESSINA – La Ses, società editrice della Gazzetta del Sud di Messina, ha acquisito il pacchetto di maggioranza della holding che controlla il quotidiano Il Giornale di Sicilia, l’emittente televisiva, la radio ed il sito internet che per 

leggi...
GUARDA IL VIDEO – L’aggressione nel centro di Mosca: “Prenderemo l‘Ucraina”

Pugno in faccia al giornalista in diretta tv

Fermo immagine del video dell’aggressione

Fermo immagine del video dell’aggressione

MOSCA (Russia) – Un giornalista della tv filo-Cremlino Ntv è stato aggredito in diretta da un uomo, forse ubriaco, durante le celebrazioni del Giorno del Paracadutista, nel parco Gorki, nel centro di Mosca. Poco dopo l’inizio del servizio, un uomo ha urlato: “Prenderemo l’Ucraina!”.
E quando il reporter gli ha chiesto di allontanarsi, quello in tutta risposta gli ha mollato un pugno in faccia

leggi...
design   emme21