Vedere senza conoscere è semplicemente imporre agli altri il proprio punto di vista

Padre Occhetta e l’agire morale del giornalista

Padre Francesco Occhetta

Padre Francesco Occhetta

ROMA – L’esperienza dell’uomo biblico insegna che vede solo chi conosce interiormente. Vedere senza conoscere è semplicemente imporre agli altri il proprio punto di vista, è l’esperienza di chi utilizza il proprio potere

leggi...
In occasione del fascicolo numero 4000. Bergoglio: “Siate lavoratori, non intellettuali”

La Civiltà Cattolica incontra Papa Francesco

Papa Francesco

Papa Francesco con i giornalisti e gli scrittori della Civiltà Cattolica

CITTA’ DEL VATICANO (Vaticano) – Non “intellettuali”, ma “lavoratori”. È l’identikit dei gesuiti tracciato dal Papa durante l’udienza concessa oggi alla comunità de “La Civiltà Cattolica”.

leggi...
Carlo Verdelli ai giornalisti: “Siate umili e applicate l’algoritmo della credibilità”

Mons. Scola: “La rete unisce, le bufale dividono”

Il cardinale Angelo Scola

Il cardinale Angelo Scola

MILANO – “Se la rete unifica, la ridda di informazioni false, non verificate o soltanto verosimili, divide. Tuttavia, la post-verità può anche essere una provocazione a cercare la verità, che San Tommaso definiva come corrispondenza tra realtà e intelletto”. Così l’arcivescovo di Milano, mons. Angelo Scola, all’annuale incontro coi giornalisti organizzato dall’Ufficio comunicazioni sociali della Diocesi di Milano e l’Unione cattolica stampa italiana, in occasione della Festa del patrono San Francesco di Sales.
“Noi – ha aggiunto Scola – abbiamo tutte le forze, se viviamo insieme, per attraversare in modo costruttivo questa epoca senza giudicare in maniera irrimediabile questa fase che stiamo vivendo. Non dobbiamo avere paura, se rimettiamo in piedi il soggetto”.

leggi...
Mons. Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, alla Festa di San Francesco di Sales

“Nel giornalismo serve un’etica forte e condivisa”

Mons. Cesare Nosiglia

Mons. Cesare Nosiglia

TORINO – “Nella professione giornalistica serve un’etica forte e condivisa, per non limitarsi all’opinione prevalente, ai dati dei sondaggi”. Lo ha affermato l’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, nel corso dell’incontro organizzato in occasione di San Francesco di Sales patrono dei giornalisti.
Nosiglia ha parlato di “un’etica forte e condivisa per fare fronte alle manipolazioni della comunicazione e alla disinformazione e all’indebolimento dell’impegno “a verificare le fonti delle notizie e a garantirsi dalla menzogna o da una non piena verità, con quella capacità critica propria dell’uomo adulto maturo”.
“Occorre ancorarsi – ha detto l’arcivescovo – a un

leggi...
Papa Francesco: messaggio per la 51ª Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali

Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo

Papa Francesco

Papa Francesco

CITTA’ DEL VATICANO – «Non temere, perché io sono con te» (Is 43,5). L’accesso ai mezzi di comunicazione, grazie allo sviluppo tecnologico, è tale che moltissimi soggetti hanno la possibilità di condividere istantaneamente

leggi...
Celebrata a Catanzaro la Giornata regionale dei giornalisti cattolici della Calabria

Giornalisti comunicatori di verità, non di bufale

Giornata Giornalisti Cattolici 2017

Antonio Gaspari, Luciano Regolo, mons. Vincenzo Bertolone, Giuseppe Soluri, Carlo Parisi e don Giovanni Scarpino

CATANZARO – «Siate comunicatori sani di verità e non di bufale, integrando il messaggio del Vangelo con i cambiamenti e lo sviluppo della tecnologia all’interno dei media che influenzano il pensiero collettivo e

leggi...
Il 20 gennaio con Bertolone, Gaspari, Parisi, Soluri e Regolo che presenta l’ultimo libro

A Catanzaro la Giornata dei giornalisti cattolici

Giornata Giornalisti CattoliciCATANZARO – È Catanzaro la città ospite dell’edizione 2017 della “Giornata regionale dei giornalisti cattolici della Calabria” organizzata, come da tradizione, in occasione della Festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti. Lo ha deciso la Sezione “Natuzza Evolo” dell’Ucsi Calabria, che annualmente organizza la manifestazione con l’Ordine e il Sindacato Giornalisti della Calabria, quest’anno d’intesa con la Commissione Regionale per la Cultura e le Comunicazioni Sociali

leggi...
Vian: “Apriamo ai cattolici in zone di guerra e alle donne, anche non cattoliche”

L’Osservatore Romano: “La novità è l’apertura”

Gian Maria Vian

Gian Maria Vian

CITTA’ DEL VATICANO (Vaticano) – La nuova edizione settimanale italiana de L’Osservatore Romano “è il frutto di un lavoro di squadra, di un confronto durato mesi” e in qualche modo trainato dalle “colleghe” del mensile “Donne-Chiesa-mondo”, coordinato da Lucetta Scaraffia. Lo ha detto Gian Maria Vian, direttore del quotidiano della Santa Sede, presentando oggi in Sala Stampa vaticana la nuova iniziativa editoriale.
“La novità principale – ha spiegato Vian ai giornalisti – è l’apertura: innanzitutto apertura alla cura della casa comune, un punto che tocca tutti, come dimostrano le

leggi...
La vaticanista Manuela Borraccino succede ad Antonio Maio. Prima direzione “rosa”

Novara: direttore donna per i 9 giornali diocesani

Manuela Borraccino

Manuela Borraccino

NOVARA – Manuela Borraccino, 45enne vaticanista ed esperta di Medio Oriente, succede ad Antonio Maio alla direzione dei nove settimanali che fanno riferimento alla Diocesi di Novara. Si tratta della prima donna ad assumere questo incarico. Lo rende noto la Stampa Diocesana Novarese (Sdn), che edita “L’Azione”, “Il Cittadino Oleggesse”, “Il Ricreo”, “L’Eco di Galliate”, “Il Sempione”, “L’Informatore”, “Il Popolo dell’Ossola”, “Il Verbano” e “Il Monte Rosa”, diffusi sui territori delle province di Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli con una tiratura complessiva di quasi 11mila copie, ringraziando Maio che ha diretto le testate per oltre 11 anni.
Borraccino, romana, vive a Novara dal 2010 ed è sposata con un figlio. Dal 1998 ha seguito il Vaticano e il Medio Oriente per

leggi...
Chiara Appendino ha tagliato il nastro assieme al presidente Alberto Acquaviva

Ucsi Piemonte: il sindaco inaugura la nuova sede

Alberto Acquaviva (a sinistra) e Chiara Appendino

Alberto Acquaviva (a sinistra) e Chiara Appendino tagliano il nastro della nuova sede Ucsi

UcsiTORINO – Il sindaco di Torino, Chiara Appendino, ha inaugurato, al numero 84 di via Lancia 84, la nuova sede dell’Ucsi Piemonte, sezione regionale dell’Unione Cattolica Stampa Italiana presieduta da Alberto Acquaviva.
Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti, tra gli altri, l’assistente spirituale dell’Ucsi Piemonte, il salesiano don Moreno Filipetto, che ha benedetto i locali che ospitano anche gli Uffici del Caf Patronato Multiservizi, il presidente dell’Atc di Torino, Marcello Mazzù, il vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti del Piemonte, Ezio Ercole, consigliere nazionale Fnsi, ed il componente della Giunta Esecutiva Fnsi, Enrico

leggi...
design   emme21