I Comitati di redazione ripercorrono 8 anni di perdite per un totale di 353 milioni

Gli 8 anni di vita peggiori de Il Sole 24 Ore

il-sole-24-oreMILANO – I Comitati di redazione del Sole 24 Ore, di Radiocor Plus e di Radio 24 hanno chiesto ai loro lettori e radioascoltatori “pochi minuti di attenzione per comprendere questi 8 anni di perdite, per un totale di 353 milioni; gli

leggi...
Il 13 maggio a Treviso il 19° Giornalista dell’anno in occasione dell’Adunata nazionale

Gli alpini premiano i giornalisti Ialongo e Lisetto

Associazione Nazionale AlpiniTREVISO – Sono i giornalisti Gianfranco Ialongo (Tgr Rai Valle D’Aosta) ed Enri Lisetto (Messaggero Veneto) i vincitori della 19ª edizione del “Premio Giornalista dell’anno” organizzato dall’Associazione Nazionale Alpini. La decisione è stata assunta all’unanimità dalla Giuria presieduta dal consigliere nazionale Renato Cisilin e composta da Bruno Fasani (direttore de L’Alpino), Marino Amonini, Enzo Grosso, Antonio Maritan e Paolo Mastracchio.

leggi...
I giornalisti rivendicano il pagamento delle spettante arretrate e garanzie per il futuro

Cronache delle Calabrie: sciopero ad oltranza

Cronache delle CalabrieCOSENZA – Sciopero ad oltranza dei giornalisti del quotidiano Cronache delle Calabrie, che rivendicano il pagamento delle spettanze arretrate e garanzie per il futuro del giornale. L’assemblea dei giornalisti, riunita oggi a Cosenza, ha infatti deciso che, alla scadenza delle dieci giornate di sciopero proclamate d’intesa con il Sindacato Giornalisti della Calabria, la protesta proseguirà ad oltranza, ovvero fin quando saranno saldate le spettanze pregresse.
Nel contempo, auspicando che la situazione si chiarisca in tempi stretti, l’assemblea si dichiara “disponibile ad incontrare la proprietà sin da subito per programmare

leggi...
Storico caporedattore e inviato del Gazzettino di Venezia aveva 74 anni

Addio al giornalista Sandro Comini

Sandro Comini

Sandro Comini

UDINE – Lutto nel mondo del giornalismo e della cultura veneto e friulano. All’età di 74 anni si è spento Sandro Comini, 74 anni, storico giornalista del quotidiano Il Gazzettino, nel quale ha lavorato per trent’anni, dal 1969 al 1999, come capo inviato e caporedattore alla guida delle delle redazioni di Udine e di Mestre.
Figlio d’arte (il padre Leone era stato cronista del Gazzettino), era nato a Venezia il 27 luglio 1942, laureato il lettere e filosofia a Trieste e giornalista professionista iscritto all’Ordine del Friuli Venezia Giulia dal 20 novembre 1970.
Uomo di grande cultura e impegno civile, nel 1968 è stato tra i

leggi...
Osservatorio Permanente Giovani-Editori: entrano Morelli, Moscetti, Bompieri e Zelger

International Advisory Council anti fake news

International Advisory Council

Da sinistra: Dean Baquet, Andrea Ceccherini, Gerard Baker e Davan Maharaj

ROMA – Contro le fake news e allo scopo di allenare i giovani a distinguerle dai contenuti dell’informazione di qualità l’Osservatorio Permanente Giovani – Editori‎ scende ufficialmente in campo, istituendo l’International

leggi...
Quattro giorni per il mancato pagamento degli stipendi e l’incertezza sul futuro

Cronache delle Calabrie da oggi in sciopero

CronacheCOSENZA – Situazione esplosiva a Cronache delle Calabrie, da oggi in sciopero per il mancato pagamento degli stipendi e la situazione di grande incertezza sul futuro del giornale. Da oggi a martedì 18 aprile i giornalisti incrociano le braccia attuando, così, le prime 4 giornate di sciopero delle 10 affidate al Sindacato Giornalisti della Calabria dall’Assemblea dei redattori esasperati dal mancato pagamento del quarto stipendio sui sette maturati daidipendenti, mentre la maggior parte dei collaboratori non hanno mai visto neppure un centesimo.
Il quotidiano uscito nelle edicole calabresi lo scorso 25 ottobre registra

leggi...
Con Corriere e Gazzetta operazione “epocale per il ritorno di un editore puro”

Miracolo Rcs: a Cairo il Premio M&A Awards

Urbano Cairo

Urbano Cairo

MILANO – È andato alla Cairo Communication per l’acquisizione di Rcs il Premio M&A Awards, organizzato da Kpmg e Fineurop Soditic con Aifi e Università Bocconi, per premiare le aziende che grazie ad operazioni di acquisizione e fusione sono cresciute sui mercati.
La categoria vinta dal gruppo guidato da Urbano Cairo, che ha acquisito Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport, di fatto il più importante gruppo editoriale italiano è quella “Italia su Italia”.
L’operazione è stata definita “epocale per il mondo dell’editoria italiana” per il ritorno di un

leggi...
Dal 10 aprile vicedirettore responsabile del giornale diretto da Antonio Ardizzone

Giornale di Sicilia: timone a Marco Romano

Marco Romano

Marco Romano

Giornale di SiciliaPALERMO – È Marco Romano il nuovo vicedirettore responsabile del Giornale di Sicilia, di Tele e Radio Giornale di Sicilia e del sito www.gds.it. Subentra al dimissionario condirettore Giovanni Pepi ed assumerà la carica dal 10 aprile prossimo. A comunicarlo è stata la “Giornale di Sicilia Editoriale

leggi...
L’Assemblea contesta all’editore il mancato confronto e i 3 stipendi su 6 non pagati

Guzzanti, i giornalisti bacchettano Armentano

Francesco Armentano

L’editore Francesco Armentano (Foto Giornalisti Italia)

COSENZA – Abbiamo assistito, nelle ultime ore, al cambio di direttore della nostra testata Cronache delle Calabrie, alle dichiarazioni dell’editore Francesco Armentano in merito a ciò e alle parole dell’ex direttore Paolo Guzzanti.
Come assemblea dei giornalisti di Cronache delle Calabrie non potevamo non comunicare, anche e soprattutto, pubblicamente ai lettori il nostro punto di vista in merito agli accadimenti che riguardano il giornale per cui lavoriamo.
Situazioni sfuggite di mano nelle ultime ore, decisioni prese e poi revocate senza confronto con l’assemblea dei giornalisti che, nonostante i pesanti problemi, ha garantito con scrupolo e sacrificio l’uscita in edicola di Cronache delle Calabrie. Era necessario un ampio confronto perché non può essere motivo di licenziamento di un direttore la partecipazione o meno ad un convegno. Avremmo voluto

leggi...
Oggi incrociano le braccia i giornalisti del Corriere dell’Alto Adige e del Trentino

Rcs Media Group, sciopero contro il precariato

Corriere Alto Adige TrentinoBOLZANO – Le redazioni del Corriere dell’Alto Adige e del Corriere del Trentino hanno proclamato per oggi, sabato 1 aprile, una giornata di sciopero per protestare contro la decisione di Rcs Media Group di prorogare ancora una volta per soli pochi mesi i contratti di colleghi che rivestono incarichi da sempre parte della pianta organica dei giornali.
“Da anni ormai – ricorda il Comitato di redazione – attendiamo un piano industriale delle edizioni locali del Corriere che viene annunciato, senza mai essere definito. La condizione di generale precarietà che questa

leggi...
design   emme21